Orientamento scolastico, ieri l'ultimo di cinque incontri per gli studenti del chiavarese

L'iniziativa del Comune di Chiavari per mostrare ai ragazzi delle terze medie le offerte d'eccellenza del lavoro e dell'impresa locali

Orientamento scolastico, ieri l'ultimo di cinque incontri per gli studenti del chiavarese
Economia 02 Dicembre 2017 ore 15:08

Aiuto all'orientamento scolastico per i ragazzi della terza media degli istituti comprensivi di Chiavari.

Studio, formazione professionale, scuola e lavoro

Ieri, quinto ed ultimo incontro presso l’Ente Forma di Corso Millo, per una lezione dedicata all’olivocultura, all’assaggio e alla classificazione delle diverse tipologie di olio in commercio, con particolare attenzione a quello ligure e locale.
Iniziativa promossa dal Comune di Chiavari e dall’Assessore all’istruzione Fiammetta Maggio, con la partecipazione di Francesco Bruzzo, presidente del Consorzio di tutela per la Dop Riviera Ligure e capo panel della CCIAA assaggio olio, e Franco Macchiavello, direttore per Liguria, Piemonte e Valle D’Aosta dell'Ispettorato controllo qualità e repressione frodi prodotti alimentari.

La scorsa settimana i ragazzi si sono interfacciati con due realtà commerciali cittadine, il Centro Orafo Aretino di Via Vittorio Veneto e il Baby Yogurt di Corso Garibaldi: occasione perfetta spiegare alle nuove generazioni, che si affacciano al mercato del lavoro, quali siano le competenze tecniche specifiche da acquisire, quali i metodi di comparazione tra diversi mercati e come applicare strategie consone per attirare e conservare clienti. Prima tappa del percorso di aiuto all’orientamento è stata la lezione con lo scultore Franco Casoni al parco Talassano, che ha illustrato loro la tecnica d’intaglio del legno e tutte le abilità connesse.

«L’iniziativa – dichiara l’Assessore Maggio - non ha inteso sostituirsi alle attività di orientamento allo studio, ma semplicemente far conoscere meglio ai ragazzi, interessati agli aspetti lavorativi offerti alla loro attenzione, la realtà cittadina. Si possono pianificare altre attività, ma è necessario incrementare quelle che già esistono e nelle quali Chiavari ha una posizione di eccellenza. Con gli insegnanti coinvolti ci siamo accordati per verificare l’utilità dell’iniziativa e le proposte per l’eventuale prosecuzione l’anno prossimo».

2 foto Sfoglia la gallery