Politica
covid-19

"Accelerare la vaccinazione di anziani e persone fragili", la richiesta di Garibaldi

Il consigliere regionale del Pd lamenta che un forte calo di somministrazioni negli ultimi giorni

"Accelerare la vaccinazione di anziani e persone fragili", la richiesta di Garibaldi
Politica Chiavari - Lavagna, 21 Maggio 2021 ore 14:30

"Recuperiamo le dosi di vaccino rimaste sugli anziani": lo chiede il capogruppo del Partito Democratico – Articolo Uno in consiglio regionale Luca Garibaldi intervenendo sul tema vaccini.

"Prioritario vaccinare le fasce più a rischio"

“Recuperare le vaccinazioni della quota di over 60 che ancora non ha aderito alla campagna, con un’operazione straordinaria che permetta di completare la somministrazione per le fasce più a rischio prima di aprire alla vaccinazione dei giovanissimi. Puntare alla vaccinazione dei maturandi che dovranno sostenere l’esame di Stato in presenza e accelerare anche sugli operatori sanitari che perché mentre il Paese riparte serve maggior attenzione possibile a chi è più fragile”.

“Occorre accelerare per completare le somministrazioni ad anziani e persone fragili – sottolinea Garibaldi – con un’attenzione particolare agli over 80 che non hanno ancora portato a termine il ciclo vaccinale, nonostante le indicazioni nazionali prevedessero il ciclo completo entro fine aprile. Tutto questo deve passare per una riorganizzazione dell’hub della Fiera di Genova, riequilibrando le prenotazioni tra parte pubblica e privata dopo il calo delle somministrazioni degli ultimi giorni, solo 1500 a fronte di una capacità di 6mila al giorno”.

Maggiore attenzione alla vaccinazione a domicilio

“Tra le priorità – aggiunge il capogruppo – le vaccinazioni a domicilio che, come riporta oggi Repubblica, solo in Asl 3 hanno raggiunto oltre la metà della platea complessiva ma devono essere portate a termine anche per il restante 40% non ancora immunizzato. Per raggiungere l’obiettivo possono essere messe in campo anche squadre mobili per la vaccinazione oltre ad attivare una nuova campagna di sensibilizzazione con medici di medicina generale perché si vaccinino più persone possibile”.