Politica
Muzio

Assistenza domiciliare per supplire ai tagli ASL4 alle RSA? Bello ma impossibile”

E’ sufficiente avere un minimo di rapporto con il mondo delle RSA e con i bisogni delle famiglie per capire che le risorse per i posti convenzionati dovrebbero essere aumentate e non diminuite”.

Assistenza domiciliare per supplire ai tagli ASL4 alle RSA? Bello ma impossibile”
Politica Valli ed entroterra, 18 Maggio 2022 ore 06:28

“Lasciare intendere, come fa la ASL4, che si potrà supplire alla riduzione dei fondi per i posti convenzionati in RSA per anziani con il rafforzamento dell’assistenza domiciliare significa non conoscere che cosa questo comporti, sia in rapporto alle necessità reali delle persone coinvolte sia in termini di qualità assistenziale e di aumento dei costi diretti ed indiretti”. E’ quanto dichiara il consigliere regionale Claudio Muzio, capogruppo di Forza Italia e membro della Commissione Sanità.

Muzio torna sul tema del sostegno agli anziani dopo che la scorsa settimana era stata trattata in Consiglio regionale una sua Interrogazione sul taglio da parte dell’ASL4 di circa 700 mila euro, a fronte di un budget regionale invariato, ai fondi per i posti convenzionati nelle RSA: “Ribadisco la richiesta al presidente della Regione Giovanni Toti, nella sua veste di assessore alla Sanità, di approfondire la questione ed intervenire, perché la risposta fornitami in Consiglio, proveniente dalla direzione dell’azienda sanitaria, è semplicemente fuffa, cioè inconsistente come quella polvere che si ottiene sbattendo le castagne secche per togliere la buccia”.

Secondo Muzio la riduzione delle risorse “provocherà il blocco dei subentri e quindi, di fatto, una riduzione dei posti convenzionati: questo metterà in grave difficoltà tante famiglie che sono in attesa da mesi di un posto convenzionato e che non saranno sgravate dal pagamento della quota sanitaria della retta per la permanenza in struttura. Continueranno a pagare l’intera somma, che per molte è davvero insostenibile”.

Per il capogruppo di Forza Italia, che annuncia ulteriori iniziative sul tema, “andare a toccare i fondi per il sostegno agli anziani è inaccettabile. E’ sufficiente avere un minimo di rapporto con il mondo delle RSA e con i bisogni delle famiglie per capire che in questo caso le risorse dovrebbero essere aumentate e non diminuite in una ASL di anziani”. Per questo Muzio chiede al presidente Toti di approfondire la questione e di intervenire, “perché questo taglio deciso dalla ASL4 io non riesco a digerirlo, anzi non lo digerisco proprio”, conclude.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter