Menu
Cerca
regione

Autostrade, Tosi: "Con la riapertura dei cantieri fra pochi giorni traffico in tilt"

Il consigliere regionale Fabio Tosi teme con la riapertura dei cantieri si verifichino serie ripercussioni sul traffico

Autostrade, Tosi: "Con la riapertura dei cantieri fra pochi giorni traffico in tilt"
Politica Chiavari - Lavagna, 02 Giugno 2021 ore 14:51

“Il 9 aprile, la Giunta sorprese tutti (peraltro favorevolmente) dichiarando che in Regione si era svolto un incontro con il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili e le concessionarie dei tratti autostradali liguri per discutere della programmazione dei cantieri in corso in Liguria. Il presidente fece intendere di aver trovato la quadra affinché l'utenza non dovesse subire disagi. Pochi giorno dopo quell'annuncio, la rete regionale andò in tilt da Levante a Ponente, con code chilometriche. Al che abbiamo fatto richiesta di accesso agli atti per conoscere il numero delle riunioni che si sarebbero tenute dall’inizio dell’anno con i concessionari. E richiesto copia dei relativi verbali”.

Lo dichiara il capogruppo regionale del M5S Fabio Tosi

“Giovedì scorso, finalmente, la risposta ma al limite del risibile. In soldoni, Regione informa che non ha redatto i verbali degli incontri del 31 marzo, 9 aprile, 26 aprile, 5 maggio, 13 maggio e 18 maggio. La documentazione, si legge, potrà essere richiesta al MIMS. Insomma, la Giunta prima dice di aver messo la viabilità autostradale al sicuro da disagi, ma poi non ha la relativa documentazione per comprovare quanto dichiarato. Surreale che per avere contezza degli incontri, un consigliere regionale debba rivolgersi al Ministero”.

Con la riapertura dei cantieri rischio di nuovi disagi

“La vacuità delle promesse fatte dalla Giunta emerge con la notizia odierna: tregua (l'ennesima) finita. Dal 7 giugno, tornano i cantieri nei giorni feriali in A10 e A12. Ora cosa farà Toti? Emanerà l’ennesimo penultimatum ad Aspi? Scriverà l'ennesimo post di disappunto? Intanto, noi sappiamo cosa ci attenderà: code, disagi, ritardi. Proprio quando finiscono le scuole”, conclude.