Politica
Il punto

Bilancio 2023-2025 in consiglio regionale, Toti: «Tutela delle famiglie e sostegno alle imprese al centro della nuova manovra»

La presentazione del documento

Bilancio 2023-2025 in consiglio regionale, Toti: «Tutela delle famiglie e sostegno alle imprese al centro della nuova manovra»
Politica Chiavari - Lavagna, 12 Dicembre 2022 ore 16:40

«I prossimi tre anni saranno fondamentali per continuare il percorso che sta portando la Liguria nel futuro. Avvieremo azioni e progetti capaci di creare benessere per i cittadini e le aziende, compresi alcuni provvedimenti di semplificazione amministrativa per i comuni in questo periodo importante in previsione dei progetti legati al PNRR, dando risposte puntuali e concrete alle richieste dei liguri per garantire un avvenire di crescita e sviluppo sostenibile a tutta la regione».

Così il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti dopo la presentazione in Commissione Bilancio del Consiglio Regionale dei documenti finanziari che compongono la manovra finanziaria 2023-2025: Nota di Aggiornamento al DEF, Legge di Stabilità, Bilancio di Previsione.

«Il bilancio del prossimo triennio sarà imperniato su due capisaldi: aiuti alle famiglie e sostegno alle imprese, le categorie che più hanno bisogno di essere tutelate in un periodo certamente difficile, segnato dalla crisi energetica legata alla guerra in Ucraina, ma complessivamente molto positivo per l’economia della nostra regione. Infatti gli ultimi dati Prometeia di ottobre prevedono una crescita per il PIL della Liguria del 3,5% contro il 2,2% stimato ad aprile e anche Banca d’Italia evidenzia ottimi risultati in termini di aumento dell’occupazione, espansione del settore edilizio e immobiliare, tenuta dei traffici portuali e aumento dei flussi turistici, che hanno superato i livelli pre-pandemia come confermato anche dal boom di visitatori nell’ultimo ponte dell’Immacolata. Indicatori che dimostrano gli effetti positivi prodotti dal bilancio 2022, di cui vogliamo replicare il modello anche per la manovra sui prossimi tre anni, integrandolo con nuovi investimenti e aiuti a cittadini e imprese liguri. Andremo anche a mettere ulteriori risorse su sanità, trasporti, infrastrutture, diritti sociali, politiche per il lavoro e formazione professionale, sviluppo sostenibile e tutela del territorio e dell’ambiente: settori che nel prossimo triennio saranno un volano di crescita per la Liguria».

Seguici sui nostri canali