Menu
Cerca

Boitano: “La Regione punta alla riclassificazione della ex strada statale 333 di Uscio”

“Non sarà un passaggio semplice e in tempi brevi"

Boitano: “La Regione punta alla riclassificazione della  ex strada statale 333 di Uscio”
Politica Valli ed entroterra, 26 Ottobre 2018 ore 10:30

“Non sarà un passaggio semplice e in tempi brevi, ma la Regione Liguria intende portare all’attenzione del Ministero delle Infrastrutture il passaggio della ex ss “333 di Uscio”, attualmente in concessione alla Città Metropolitana di Genova, all’Anas”.

Boitano:“La Regione punta alla riclassificazione della ex strada statale 333 di Uscio”

Commenta così il consigliere regionale Giovanni Boitano la risposta ottenuta dall’assessore Giacomo Giampedrone al quale nelle settimane scorse aveva presentato una interrogazione in merito al trasferimento della “333 di Uscio” dalla Città Metropolitana di Genova all’Anas.
Le revisione delle reti stradale indica la strada che collega l’Aurelia (ss1) con la Val Fontanabuona (ss 225) tra quelle collocate nella rete di strade di interesse regionale, pertanto costituisce arteria prioritaria per l’utilizzo delle risorse.
“L’assessore Giampedrone ha assicurato che qualora il Ministero delle Infrastrutture intenda aprire ulteriori tavoli di confronto al fine di individuare nuove riclassificazioni – conclude Boitano – avrà cura di portare all’attenzione dello stesso Mit e di Anas la 333 di Uscio”.
Nel marzo 2016 il sindaco di Recco, il presidente dell’Unione di Comuni Valle del Tempo Uscio e Avegno e sindaco di Uscio, il sindaco di Avegno e il sindaco di Tribogna avevano avanzato richiesta alla Regione Liguria affinché la strada passasse di competenza ad Anas.
L’arteria presente numerose criticità per quanto riguarda il fondo stradale e in modo particolare le condizioni delle protezioni a valle.