Menu
Cerca

Camogli, accelerazione sulla pratica dei box e posti auto privati

Camogli, accelerazione sulla pratica dei box e posti auto privati
Politica Golfo Paradiso, 27 Luglio 2018 ore 10:42

Questione urbanizzazione area ex Scalo ferroviario e aree limitrofe, il gruppo ‘Riccio’ con il suo portavoce Antonio Leverone commenta l’attuale situazione.

“La NOVIM costruirà i box nel sottosuolo con diritto perpetuo, neppure le tombe hanno questo diritto”

La pratica dei box e posti auto privati da realizzarsi nel sotto suolo tra i giardini pubblici e la stazione, interessando sia l’area ex scalo che il sotto suolo di via Colombo fino alla rotonda delle Poste inclusa e il confine con via Cuneo, ha avuto recentemente una accelerazione da parte della nuova amministrazione Olivari.

“Si tratterà del trasferimento del patrimonio comunale disponibile e cessione del diritto
perpetuo in sottosuolo alla NOVIM srl dell’area tra la stazione ferroviaria e la linea dei
giardini pubblici in perpendicolo con la linea ferroviaria nell’area ex scalo ferroviario con
l’aggiunta del sottosuolo fuori dall’area ex scalo tra la rotonda viaria in fronte alle Poste e via
Colombo fino ai giardini pubblici, fino al confine con via Cuneo – commenta Antonio Leverone – Si tratterrà anche anche del
trasferimento del diritto di proprietà dell’immobile comunale ex dazio poi sede del primo
gruppo di Volontari Antincendio Boschivo e attuale sede della Rari Nantes sempre alla NOVIM
srl. In buona sostanza la NOVIM srl ( socia con il Comune al 49% della Società Scalo srl) da
lunedì prossimo sarà proprietaria di quanto descritto. In quanto a Settembre ci sarà un
secondo importante atto pubblico quando la società mista Lo Scalo srl. a fronte di una
convenzione già sottoscritta, si scioglierà. Al Comune resterà la parte a levante dell’ ex area
scalo, in pratica e indicativamente poco meno dell’attuale parcheggio a pagamento della
ferrovia.
Conclusione di questa prima parte: La NOVIM costruirà i box nel sottosuolo con diritto
perpetuo (neppure le tombe hanno questo diritto) e pochi parcheggi a rotazione sempre
privati e, se riuscirà a vendere tutto, farà il suo buon affare ( 4/ 5 milioni di euro).
2/3 anni di lavori: daremo l’area dell’attuale parcheggio a pagamento, gratuitamente alla
NOVIM srl come area di cantiere per i lavori, quindi non avremo i parcheggi, avremo una
drastica riduzione dei parcheggi davanti al Teatro, lungo via Cuneo, non avremo più quelli
attuali di via Colombo. Ci continueranno a dire che in ogni caso è un affare finanziario.
Resta il problema che che in consiglio l’opposizione a un tale pasticcio, se non sciagura per
Camogli, sarà sostenuta solo dai consiglieri Pompei e Agostino Bozzo. Maggioni e Caviglia
potrebbero anche non presentarsi in consiglio. Su tale argomento non c’è frattura che tenga in
questo strano PD di Camogli.”