Menu
Cerca

Camogli: prime Interpellanze dell’anno di Pompei

Sicurezza in passeggiata, al molo Giorgio e lavori all’ex Scalo Fs. Queste le argomentazioni delle prime tre interpellanze dell’anno presentate dal capogruppo di minoranza Claudio Pompei

Camogli: prime Interpellanze dell’anno di Pompei
Politica Golfo Paradiso, 18 Gennaio 2019 ore 17:30

Sicurezza in passeggiata, al molo Giorgio e lavori all’ex Scalo Fs. Queste le argomentazioni delle prime tre interpellanze dell’anno di Claudio G. Pompei a Camogli.

Le interpellanze di Pompei

Il capogruppo di “Camogli nel cuore”, chiede all’amministrazione di produrre una data di inizio lavori alla balaustra di via Garibaldi. «Con la presente – dice il consigliere – sono a chiedervi se potete produrre una data di inizio dei lavori circa le riparazioni sulla balaustra esterna della passeggiata a mare, soprattutto lungo il perimetro della Rotonda. Sarebbe anche opportuno che lavori iniziassero prima possibile, affinché in occasione delle prossime festività e eventi, sia accogliente per i turisti». La seconda interpellanza riguarda le tempistiche sulle informazioni e modalità dei lavori di costruzione dei box nell’area dell’ex scalo Fs. «Sarebbe opportuno – si legge – informare la cittadinanza sulla sicurezza del cantiere, le modalità viarie, circa le situazioni collaterali, eventuali sgravi fiscali, per il settore turistico commerciale durante gli anni di lavoro. Se, come amministrazione non ritenete opportuno indire pubbliche riunioni, vi chiediamo di relazionare in consiglio comunale, così gli esponenti della nostra lista si faranno carico di parlare con i camoglini, con eventuali non residenti (magari proprietari di seconde case) interessati alla problematica». La terza interpellanza riguarda la rimozione degli scogli degli eventuali detriti sparsi intorno al molo Giorgio lungo il litorale e il bagnasciuga, a seguito della mareggiata: «Sarebbe opportuno – chiude Pompei – che lavori iniziarono prima possibile affinché in occasione delle prossime festività sia fruibile ai turisti. Consiglierei di concordare i vari interventi da fare da Levante a Ponente della spiaggia anche con gli operatori turistici, in modo da ottimizzare costi e tempi per l’impiego del pontone-chiatta».