Cava di Bacezza, prorogata l’attività fino al 11 aprile 2018

Revocate le precedenti ordinanze, sprovviste del necessario parere tecnico dell'Asl

Cava di Bacezza, prorogata l’attività fino al 11 aprile 2018
18 Ottobre 2017 ore 14:37

Due nuove ordinanze sono state firmate dal sindaco Marco Di Capua: sostituiscono le precedenti, revocate, in quanto mancava il parere tecnico-sanitario dell’Asl.

L’ex cava di Bacezza continuerà ad ospitare i rifiuti di Chiavari

Due nuove ordinanze in questo senso sono state firmate dal sindaco di Chiavari Marco Di Capua e prevedono entrambe, come termine ultimo, l’11 aprile del prossimo anno.

La prima ordinanza riguarda lo stoccaggio provvisorio di rifiuti urbani ingombranti e rifiuti derivanti dalla raccolta differenziata; va a sostituire la precedente dello scorso 8 agosto, che come termine ultimo fissava il prossimo 9 febbraio. La seconda, invece, riguarda i rifiuti solidi urbani e speciali assimilabili agli urbani, per i quali l’ex cava di Bacezza funziona da stazione di trasferimento; va a sostituire la precedente dello scorso 22 maggio, che come termine ultimo fissava il prossimo 17 novembre. Entrambe le precedenti ordinanze sono state revocate in quanto in quanto carenti di un necessario atto istruttorio, il parere tecnico-sanitario dell’Asl arrivato negli scorsi giorni in sostituzione di quello vecchio allegato ai due atti revocati.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità