Politica
Il progetto

Chiavari, dal Pnrr i fondi per la nuova scuola dell’infanzia delle Mazzini Est

Ottenuti 2 milioni e 350mila euro

Chiavari, dal Pnrr i fondi per la nuova scuola dell’infanzia delle Mazzini Est
Politica Chiavari - Lavagna, 19 Agosto 2022 ore 17:03
“Un nuovo importante risultato per la nostra città, abbiamo ottenuto 2.350.000 euro per la realizzazione della nuova scuola dell’infanzia delle Mazzini Est e procedere così all’ampliamento del plesso”: sono le parole dell’assessore del Comune di Chiavari Alessandra Ferrara dopo l’assegnazione dei fondi del Pnrr relativi al bando Missione 4, istruzione e ricerca per il potenziamento dell’offerta scolastica
.
“Chiavari avrà una nuova struttura scolastica moderna e funzionale, dotata di caratteristiche antisismiche e impianti che punteranno al risparmio energetico, in grado di ospitare sino a 138 bambini. Una scuola che si articolerà su tre piani, con sei nuove aule per la didattica, due ampi locali per attività libere e due locali mensa, servizi igienici sui tre livelli e un vano scala con ascensore - afferma il sindaco di Chiavari Federico Messuti -. La nostra amministrazione, con competenza e professionalità, ha dato avvio ad una campagna di ristrutturazione, adeguamento sismico, acustico ed energetico delle scuole chiavaresi: a breve inizieranno i lavori alla scuola di Sampierdicanne, finanziati anche questi grazie alla partecipazione ad un bando ministeriale. Ma è stata anche in grado di avviare una programmazione per il futuro di Chiavari come città degli studi. Lo dimostrano sia il progetto di ampliamento delle Mazzini Est che la collaborazione instaurata con Città Metropolitana per la creazione di un campus scolastico in Colmata. Questi sono i fatti con cui rispondiamo alle dichiarazioni rilasciate in campagna elettorale dal candidato Bettoli. L’attuale consigliere di minoranza ci accusava di aver fatto perdere a Chiavari un’importante occasione perché non era stata inserita nella graduatoria dei fondi destinati all’edilizia scolastica del piano nazionale di ripresa e di resilienza.  Ecco, ancora una volta l’occasione per tacere l’ha persa lui. Lo testimoniano i fatti”.
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter