Chiavari, ribadito il No al depuratore al Lido

Approvato nel consiglio comunale di sabato 28 ottobre, l'ordine del giorno contro la realizzazione del depuratore al Lido. Approvate anche le pratiche su Marina Chiavari e contributo su scuole paritarie.

Chiavari, ribadito il No al depuratore al Lido
29 Ottobre 2017 ore 08:37

Approvato l’ordine del giorno sul depuratore durante la seduta del consiglio comunale di Chiavari di sabato 29 ottobre.

Depuratore, come si muoverà la Giunta chiavarese?

Con l’approvazione dell’ordine del giorno presentato dalla maggioranza, la Giunta Comunale si impegna “ad adottare , svolgere ed assumere ogni atto meglio visto e ritenuto per inibire la costruzione del depuratore di vallata nella zona del Lido”. L’ordine del giorno, che ha acceso la lite in aula, è passato con il voto contrario dei consiglieri del gruppo “Noi di Chiavari” Roberto Levaggi, Silvia Garibaldi e Daniela Colombo. Oltre alla maggioranza favorevole anche il capogruppo Pd – La Città di tutti, Pasquale Lino Cama. Il sindaco Marco Di Capua ha annunciato che a breve inizierà una serie di incontri con i tecnici e con i sindaci sul tema.

Oltre al depuratore, approvato il contributo comunale alle scuole dell’infanzia paritarie

Passa all’unanimità, la proposta di stanziare 100 mila euro come contributo comunale alle scuole dell’infanzia paritarie della città. Sul tema è intervenuta Tigullio Possibile. “Non vogliamo sollevare polemiche ma una profonda riflessione sull’argomento. Invitiamo i consiglieri di centrodestra e centrosinistra a rileggersi l’Articolo 34 della Costituzione italiana e il discorso di Piero Calamandrei pronunciato l’11 febbraio 1950”. Approvata, infine anche la modifica allo Statuto di Marina Chiavari. Le modifiche consentiranno nuovi impieghi come la gestione dei parcheggi a pagamento della città, ed il passaggio dall’attuale amministrazione unica a quella a tre.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità