Chiusura per sei biglietterie dei treni

A rischio chiusura le biglietterie di Taggia-Arma, Pegli, Pietra Ligure, Loano, Varazze e Recco. L'interrogazione in Regione del Movimento Cinque Stelle

Chiusura per sei biglietterie dei treni
15 Novembre 2017 ore 09:24

Rischio chiusura di sei biglietterie della Regione, tra cui quella di Recco. Il consigliere De Ferrari presenta un’interrogazione chiedendo di fermare la chiusura.

No alla chiusura, mantenere presidi di assistenza e sicurezza

 

“Sei biglietterie liguri rischiano di essere chiuse, creando una grave lacuna al servizio ferroviario, all’assistenza e alla sicurezza di utenti e lavoratori. Non ci basta il solito ritornello sulle risorse che mancano: l’assessore Berrino alzi la voce e faccia pressing su Trenitalia per fermare la chiusura di questi importanti presidi ed evitare nuove cattedrali nel deserto.” A dichiarare ciò, il consigliere regionale pentastellato Marco De Ferrari. Le sei stazioni liguri, che rimarrebbero prive di biglietteria sono Taggia-Arma, Pegli, Pietra Ligure, Loano, Varazze e Recco.

Per De Ferrari, la chiusura delle biglietterie porterà rischi sulla sicurezza

“Le stazioni senza presidio (vedi Diano Marina) sono veri e propri non-luoghi dove regna degrado e delinquenza, sia a terra che a bordo. Con gravi rischi per gli utenti ma anche per il personale e i capitreno, troppo spesso abbandonati a se stessi, come denunciato recentemente da Orsa Ferrovie in un dettagliato dossier. Le risorse ci sono, come dimostra l’esagerato investimento di 23 milioni di euro sulla bigliettazione elettronica. Basta solo la volontà politica per recuperarle. Il nuovo contratto di servizio dovrà garantire non solo un servizio migliore ma anche mantenere e potenziare le biglietterie a rischio e garantire quei presidi indispensabili per la sicurezza di utenti e lavoratori.”

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità