Politica
lavagna

Consiglio comunale sulla diga Perfigli: il comitato terrà il "fiato sul collo" all'assemblea

Il Consiglio potrà essere seguito solo in streaming in ottemperanza alle norme anti-contagio

Consiglio comunale sulla diga Perfigli: il comitato terrà il "fiato sul collo" all'assemblea
Politica Chiavari - Lavagna, 18 Agosto 2021 ore 16:45

«L’attesa è grande per il Consiglio Comunale indetto per il 23 agosto alle ore 17.30, infatti, nel ridotto elenco degli argomenti all’ordine del giorno, spicca quello che ha per oggetto l’aggiornamento e la discussione delle iniziative di opposizione alla “Diga” sulla Piana dell’Entella»: è Giovanni Melandri, presidente del comitato "Giù le mani dal fiume Entella", a comunicare che il comitato attende con ansia il consiglio comunale convocato per il prossimo lunedì: un consiglio a cui le persone, per ragioni di normativa anti-contagio, non potranno assistere di persona.

Si attendono atti significativi da parte dell'amministrazione

«Si ricorda - prosegue Melandri - come già in diverse circostanze questa Amministrazione si sia detta pronta ad atti significativi, come lo è stato il ritiro dall’accordo di programma per il secondo lotto delle contestate opere di mitigazione idraulica ed anche ad azioni legali, con l’incarico dato all’Avv. Luigi Cocchi. È venuto dunque il momento di fare sul serio; in questo Consiglio potrebbero essere espressamente indicati gli opportuni provvedimenti e le azioni legali che questa Amministrazione ha intrapreso, o che perfezionerà a giorni».

Convocati a una presenza fisica attorno a Palazzo Franzoni

L'invito è quello di essere comunque presenti fisicamente, in prossimità della sala del Consiglio, per far avvertire ai consiglieri la partecipazione popolare: «Al Consiglio - conclude Melandri - che si terrà nella Sala Maggiore di Palazzo Franzoni, non sarà ammessa la partecipazione di pubblico, in ottemperanza delle disposizioni anticovid; potrà essere, quindi, seguito solo via streaming.
Tenuto conto di ciò, potrebbe essere utile, per chi può, mantenendo le opportune distanze interpersonali, accogliere i consiglieri all’ingresso ed all’uscita dal Consiglio, per far sentire loro ancor di più la partecipazione della gente e per raccogliere in anteprima le sensazioni rispetto alle decisioni prese»