Menu
Cerca

Dalla miss ai neofascisti, l’eterogenea campagna elettorale di Recco

Alle amministrative di Recco si presenterà anche Casapound. Nella lista di Trebiani, invece, anche Marta Murru, Miss Liguria ma, soprattutto, campionessa di nuoto attenta alle esigenze dei giovani e dello sport

Dalla miss ai neofascisti, l’eterogenea campagna elettorale di Recco
Politica Golfo Paradiso, 06 Aprile 2019 ore 08:37

Tra le inevitabilmente folte pagine dedicate dall’edizione odierna del Secolo XIX alle amministrative di maggio, Recco si ritaglia spazi di spicco per almeno due curiosità: la discesa in campo di una lista dell’organizzazione di estrema destra Casapound e la presenza nella lista “Onda” a sostegno di Trebiani della giovanissima Marta Murru, fresca di corona di Miss Liguria e delle finalissime di Miss Italia.

Amministrative a Recco, un variegato e variopinto scenario

Da un lato dunque i neofascisti di Casapound che, rifiutati dalla compagine di centrodestra a sostegno di Carlo Gandolfo, hanno deciso di provare a presentarsi da soli, decisione confermata dall’ex consigliere regionale Gianni Plinio. Non c’è ancora un candidato sindaco ufficiale, ma già questa mattina saranno allestiti i banchetti informativi. Dall’altro la decisamente più rassicurante figura di Marta Murru, Miss Liguria, in campo con “Onda” per la candidatura a sindaco di Massimo Trebiani. Ma la 19enne non porta sul tavolo argomenti effimeri come quello della bellezza, bensì tematiche concrete di interesse per i ragazzi: in particolare lo sport, la valorizzazione del nuoto e l’annoso problema piscina per una città che tra l’altro esprime il meglio della pallanuoto italiana e internazionale con la Pro Recco. Già perché la Murru, prima di essere miss, è anche e soprattutto una campionessa di nuoto sincronizzato, e di questi argomenti, delle difficoltà che incontrano i giovani nel potersi dedicare allo sport, ne sa decisamente qualcosa.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli