Decreto Genova, Boitano: “Governo fuori tempo massimo”

Decreto Genova, Boitano: “Governo fuori tempo massimo”
Chiavari - Lavagna, 26 Settembre 2018 ore 11:59

Il consigliere regionale Giovanni Boitano chiede al Governo di stringere i tempi sul Decreto Genova. Una richiesta a cui si accoda tutta la Regione ed il Comune di Genova.

“E’ giunto il momento di farsi sentire”

“Dopo i tanti annunci da parte del presidente del consiglio Conte, dei due vicepremier Salvini e Di Maio e del ministro delle Infrastrutture Toninelli a 44 giorni dal crollo del ponte Morandi, tutte le persone coinvolte nella tragedia e il presidente della Repubblica Mattarella aspettano che, finalmente, le parole lascino il posto ai fatti”.

Il consigliere regionale Giovanni Boitano interviene per sottolineare uno stato di cose non più tollerabile, la città di Genova e la sua gente non merita questo.

“A fronte di un immane disastro e per rispetto di quanti hanno perso la via – prosegue Boitano – ho sempre preferito tenere un profilo basso e lasciare lavorare le istituzione nella convinzione che avrebbero al meglio espletato il loro compito, ora non è più possibile tacere”.

I genovesi con spirito di sacrificio si sono subito rimboccati le maniche, come loro costume si sono messi al lavoro, ma il Governo non deve approfittare di tale comportamento il “Decreto Genova” e la nomina del Commissario è ormai fuori tempo massimo”.

“Per Genova, i suoi cittadini, le istituzioni locali – conclude Boitano – è giunto il momento di farsi sentire”.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: