Politica
Chiavari

Depuratore, mozione di Garibaldi in consiglio comunale

La consigliera comunale esprime tutti i suoi dubbi sull'opera

Depuratore, mozione di Garibaldi in consiglio comunale
Politica Chiavari - Lavagna, 19 Marzo 2023 ore 16:43

Nell’ultimo consiglio comunale si è istituita la commissione consiliare di scopo che avrà il compito di proporre un progetto per la riapertura del Tribunale, ma si è anche discussa una mozione di Silvia Garibaldi a proposito del progetto di depuratore di vallata in Colmata a mare a Chiavari.

"No al depuratore di vallata in Colmata"

Scrive la Garibaldi:

"Emerge che l’amministrazione, con lo specchietto per allodole Polo scolastico è favorevole alla collocazione ed al progetto e, che pur avendo un rappresentante in città metropolitana non ha nessuna intenzione di riaprire il dibattito su questi temi e salvare Chiavari da un progetto scellerato.

D’altronde, ho ricordato anche in consiglio, le dichiarazioni favorevoli di Ratto e Stanig a verbale di Conferenza dei Servizi e l’unico diniego di Chiavari da parte di un dirigente per arrivo tardo di documenti.

Parlo di specchietto per allodole perché i numeri e i tempi parlano chiaro: gli studenti di Chiavari hanno bisogno di aule ORA e non tra 10 anni quando, la flessione demografica degli ultimi decenni avrà i suoi effetti anche sulla popolazione studentesca.
Inoltre, io sono favorevole a dare spazi alle scuole ma non è necessario, né opportuno costruire scuole sopra a un depuratore.

Precisato questo, torno al tema. Nella mia discussione ho elencato le criticità della location e del tipo di progetto e fatto domande che non hanno trovato risposta.
Mi pare che questa amministrazione non sia preoccupata di valutare preventivamente i problemi e le criticità che ci saranno, a cominciare da traffico e viabilità per:
1) collettamento dalle vallate che sicuramente coinvolgerà via Parma e via Piacenza
2) collettamento da Lavagna e da Preli invasivo sulla passeggiata a mare
3) traffico di camion intenso dovuto ai lavori (si parla di 150 camion al giorno).

L’amministrazione parla di ristrutturazione della piscina Lido ma sulla mia domanda sulla concomitanza dei lavori il sindaco ha glissato.
Alla domanda su tempi e cronoprogramma la solita risposta di Messuti: del progetto è titolare la Regione sarà la Regione che si preoccupa di tale tema.

Chi amministra Chiavari deve, a mio parere, non attendere che il problema incomba (come è stato per le barriere fonoassorbenti) ma prevedere e gestire il rischio e quindi chiedere chiarezza su quanto tempo il commercio e turismo chiavarese, nonché la vita dei chiavaresi in generale, saranno funestati da lavori invasivi.

Chiavari non è spettatrice: è purtroppo protagonista nei disagi di questa opera e dovrebbe essere difesa e non lasciata alla mercè degli enti superiori.
Risposta irricevibile anche sui costi … A mia domanda se il comune ha un aggiornamento sui costi il Sindaco dice che non li sosterranno solo i chiavaresi, ma tutti i cittadini della città metropolitana… Non credo che sia indifferente ai chiavaresi comunque se, invece che 70 milioni di euro, da suddividersi in bolletta con i cittadini di altri comuni, se ne trovassero più del doppio .

Nessuna risposta convincente alla mia preoccupazione per un camino piazzato nel porto Bandiera Blu (speriamo non diventi bandiera marrone) e per i costi di energia dovuti alla tecnologia obsoleta ed energivora.
Soliti buchi di memoria da parte del Presidente del consiglio comunale, intervenuto quando non avrebbe potuto e con tempi doppi rispetto ai consentiti, che ha fatto la storia del depuratore dimenticando che non si è collocato depuratori a Carasco o Leivi e non si è previsto l’ammodernamento di Preli perché non si è valutata la proposta di NON fare un depuratore di vallata, ma più depuratori.

Il presidente del Consiglio Comunale ricorda che Preli è area di pregio , io dico che tutta Chiavari è area di pregio e va salvaguardata. Inoltre se a Preli venisse riammodernato l’attuale depuratore… le distanze non permetterebbero progetti di ulteriori costruzioni impattanti.
Con il polo scolastico non si copre un depuratore … parlando di poli non credano che ci cadiamo come… polli".

Seguici sui nostri canali