Menu
Cerca
lavagna

Diga Perfigli, appello ai consiglieri di maggioranza: "Votate la revoca dell'accordo"

Il consigliere 5 Stelle Di Martino accusa il sindaco di scarso coraggio politico e invita i suoi consiglieri a votare in autonomia la delibera di revoca all'accordo di programma

Diga Perfigli, appello ai consiglieri di maggioranza: "Votate la revoca dell'accordo"
Politica Chiavari - Lavagna, 22 Maggio 2021 ore 09:16

In un comunicato dai toni particolarmente polemici, Daniele Di Martino, M5S Lavagna, chiede ai consiglieri della maggioranza del sindaco Gian Alberto Mangiante di votare la revoca all'accordo di programma per la realizzazione della "diga Perfigli".

"A fronte del fatto - afferma Di Martino - che la Città Metropolitana sta completando velocemente l’iter procedurale per l’avvio della costruzione della cosiddetta Diga Perfigli (convocazione della Commissione per l’aggiudicazione della gara), non ci rivolgiamo più al Sindaco Mangiante, ma bensì ai consiglieri della sua maggioranza".

"Il sindaco difetta di coraggio"

"Chiediamo a loro che agiscano con quel coraggio che deve avere l’azione politica,  ma difetta al loro Sindaco, per sollecitarlo a portare in Giunta la revoca della firma all’accordo di programma del 2013.
Non bastano gli atti di indirizzo od i tardivi incarichi all’Università di Genova per le valutazioni sul progetto. Incarico che peraltro doveva essere dato nel 2019 pochi giorni dall’insediamento del Sindaco se ci fosse stato una sua reale voglia di opposizione alla devastante opera, invece si è scelto di venderlo oggi alla cittadinanza illudendola che sia una azione risolutiva".

"Basta fumo negli occhi"

"Cari consiglieri di Per Lavagna - conclude Di Martino - non è più tempo di dare fumo negli occhi ai cittadini lavagnesi, siete voi quelli che ci mettete la faccia tutti i giorni ed avete preso le preferenze, date esecuzione al vostro impegno di opposizione alla Diga Perfigli con atti concreti prendendo in considerazione tutte le vie, perché alla fine sarete voi quelli ricordati dai lavagnesi perché si è fatta la Diga sulla piana agricola dell’Entella".