Menu
Cerca
lavagna

Diga Perfigli, Città Metropolitana tira dritto: lunedì l'assegnazione dei lavori

Fratelli d'Italia chiede al sindaco Mangiante quali saranno i prossimi passi dell'amministrazione

Diga Perfigli, Città Metropolitana tira dritto: lunedì l'assegnazione dei lavori
Politica Chiavari - Lavagna, 04 Giugno 2021 ore 16:58

La portavoce di Fratelli d'Italia-Lavagna Carla Bo mostra soddisfazione per la revoca dell'accordo di programma da parte del Comune di Lavagna, che si ritira dunque dalla realizzazione della cosiddetta "diga Perfigli", ma avverte: non è detta l'ultima parola.

Il sindaco Bucci chiedeva la presa di posizione esplicita del Comune di Lavagna

"Abbiamo accolto con soddisfazione il voto del Consiglio Comunale - spiega Bo - all’unanimità dei presenti, circa la revoca dell’accordo di programma riguardante l’adesione al progetto di mitigazione del rischio idraulico sul fiume Entella, che prevede i noti pesanti interventi.

Nell’intervista a Marisa Spina recentemente apparsa su Piazza Levante, il Sindaco Gian Alberto Mangiante comunica chiaramente di “Recedere dall’accordo di programma …I Sindaci dei comuni di Carasco e Cogorno hanno espresso disponibilità ad intervenire nello stesso modo”. Prosegue affermando di voler chiedere a Città Metropolitana di prendere atto che i comuni che devono subire questo intervento invasivo e inutile chiedono di andare a “rivisitare la situazione nella sua realtà e al tempo stesso programmare interventi veramente utili e non in spregio al bene che è la piana dell’Entella”.

Ci sembra opportuno ricordare quanto affermato dal Sindaco Bucci nella seduta della Commissione Consiliare 3 della Città Metropolitana, il giorno 11 Febbraio 2021, a proposito della cosiddetta “diga Perfigli”: “Sarebbe facoltà del Sindaco di Lavagna scegliere di interrompere il processo di realizzazione in modo da rimettere tutto in discussione ma deve prendere un pezzo di carta e scrivere che si prende la responsabilità di interrompere il processo di salvaguardia idrogeologica”.

Sembra inoltre che in data 07/06/2021 Città Metropolitana aggiudicherà la gara bandita per l’assegnazione dei lavori".

Partita aperta tra Comune e Città Metropolitana

"Ricapitolando - prosegue Bo -Mangiante ha comunicato di recedere dall’accordo e Bucci a suo tempo dichiarava che non avrebbe fatto nulla contro il parere dei cittadini lavagnesi, espresso dal Sindaco, fatta salva la volontà di preservare i cittadini da eventuali rischi idrogeologici (cosa auspicata da tutti).
La partita si gioca tra loro. Quindi? Quale sarà il prossimo passo?

Fa bene il Sindaco Mangiante ad agire con prudenza e verificare la possibilità di intraprendere eventuali altri percorsi suggeriti, per evitare di incorrere in azioni che possano risultare dannose rispetto all’iter amministrativo individuato, però il tempo stringe e la situazione è sempre più delicata".