Elisabetta Ricci si separa dal professor Capurro e rafforza la maggioranza con Rapallo Popolare

ll ribaltone: da ieri cambia posto in aula e approda al gruppo misto a sostegno di Carlo Bagnasco

Elisabetta Ricci si separa dal professor Capurro e rafforza la maggioranza con Rapallo Popolare
Politica Rapallo - Santa Margherita, 29 Luglio 2018 ore 08:36

A Rapallo le fila dell’opposizione si faranno sempre più sottili. A passare dall’altra parte della barricata è stata infatti Elisabetta Ricci, dapprima capogruppo del Circolo della Libertà 61 al fianco di Armando Ezio Capurro, con il quale ha condiviso anche il successivo percorso politico tra le fila di Direzione Italia.

Elisabetta Ricci passa in maggioranza

La svolta è avvenuta a inizio settimana, quando il consigliere regionale Andrea Costa di “Liguria popolare – Noi con l’Italia” ha annunciato l’imminente sbarco della famiglia dei “Popolari” anche nel Tigullio. «Rapallo Popolare – di cui Elisabetta Ricci sarà capogruppo – è un contenitore aperto a tutti coloro che vogliono dare un contribuito propositivo, ciò che ci unisce – ha affermato Costa – è l’amore per il nostro Comune e il nostro territorio, è il desiderio di metterci a disposizione dei cittadini e di supportare con il nostro contributo di idee l’amministrazione dell’amico Carlo Bagnasco».

«Il mio percorso verso il centrodestra era già iniziato con l’adesione al movimento blu, divenuto poi Direzione Italia e Noi con l’Italia. Quando Costa mi ha proposto di appoggiare il suo progetto civico ho voluto che l’invito fosse esteso anche a Capurro – chiarisce Ricci – Lui ha risposto di non essere interessato e così, da ieri, le nostre strade si sono divise. Diciamo che ad essere anomalo era più la situazione precedente, quella di militare in una formazione di centrodestra, ma tra i banchi dell’opposizione. Ritengo dunque che si tratti di una scelta che prima, dopo o durante avrei dovuto fare, anche se questo potrà portare dispiaceri e malumori ad altri». In questi giorni non è mancato chi ha criticato il cambio di casacca, giudicandolo come un tradimento agli elettori: «È vero, è accaduto, ma è anche vero che le persone che mi conoscono e credono in me hanno compreso la scelta, fiduciosi del fatto che mi batterò per il territorio».

Nel frattempo la fantapolitica pre elettorale ha partorito una nuova ipotetica creatura, quella che vedrebbe correre insieme Paola TassaraArmando Ezio CapurroRoberto Tosi e Gerolamo Giudice. Ipotesi smentita chiaramente dagli ultimi due, con Giudice che, pur non parlando a nome dell’intero gruppo che deciderà a maggioranza, afferma di aver sempre sostenuto il percorso dell’amministrazione: «a volte con diverse sensibilità o priorità, ma il programma condiviso è stato rispettato e non vedo ragioni a percorsi che non siano di continuità».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli