Politica
opposizione

"Ex Ospedale, in arrivo una mega lottizzazione?"

A chiederselo Claudio Giovanni Pompei, consigliere comunale - capogruppo della lista “Camogli nel Cuore”

"Ex Ospedale, in arrivo una mega lottizzazione?"
Politica Golfo Paradiso, 08 Ottobre 2022 ore 13:05

“Sull’ex ospedale di Camogli, il sindaco Olivari e la sua Giunta stanno forse iniziando a spianare la strada a un’altra mega lottizzazione?”. E’ la domanda che si pone il capogruppo della lista “Camogli nel Cuore” Claudio Pompei, preoccupato che il destino di questa struttura segua quello di altre aree del nostro territorio.

Annunciata la vendita a un privato

“L' amministrazione del sindaco Olivari – prosegue Pompei - nel tacito silenzio del gruppo del consigliere comunale Maggioni, si rifiuta, pur potendolo fare, di ricomprare una parte dell'ex ospedale e di realizzare un progetto per la città. A maggio 2022, il Sindaco ha annunciato che l’ex ospedale era stato venduto a un privato. Appena un mese dopo, a giugno, sindaco e Giunta hanno deliberato di non esercitare il diritto di riacquisto della palazzina più vecchia fra le due che compongono la struttura”.

I vincoli di destinazione esistenti saranno ritirati?

Bisogna anche ricordare che, sulle due palazzine, esistono precisi vincoli di destinazione: su una di esse a realizzare strutture turistico-recettive, sull’altra strutture sanitarie. “Non sarà che il passo successivo che sindaco e Giunta hanno in mente sia proprio il ritiro del vincolo ospedaliero esistente? – si chiede il consigliere Pompei - Magari accontentandosi di incamerare gli oneri catastali o di qualche opera da realizzare in città dal nuovo proprietario, barattando così gli interessi dell’intera collettività camoglina con quelli di un investitore privato. Conosciamo tutti le quotazioni immobiliari di Camogli sul nuovo. La sola area edificata si attesta intorno ai 4.400 metri quadrati e non serve poi molto per rendersi conto delle proporzioni multi milionarie dell’affare. Credo che questo possa bastare per far indignare tutta la cittadinanza”.

Seguici sui nostri canali