Politica
aree interne

In arrivo 8 milioni per la Val Fontanabuona

La prospettiva rimane la realizzazione del tunnel

In arrivo 8 milioni per la Val Fontanabuona
Politica Valli ed entroterra, 05 Novembre 2022 ore 00:40

“Con la nuova programmazione 2021-2027 undici comuni della Val Fontanabuona potranno accedere, nell’ambito della Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI), a progetti che porteranno nell’entroterra genovese almeno 8 milioni di euro di risorse, tra comunitarie e governative”. A dirlo è l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti, durante l’incontro - organizzato da Regione Liguria e Anci Liguria a Cicagna - per presentare ai sindaci del territorio, insieme alla Camera di Commercio di Genova, le opportunità future offerte dalla nuova area interna della Val Fontanabuona.

Gli undici comuni

La candidatura, avanzata da Regione Liguria in accordo con Anci Liguria, è stata accolta favorevolmente (ad agosto scorso) dal Comitato Tecnico della Strategia Nazionale Aree Interne (CTAI) e comprende undici comuni della Città Metropolitana di Genova: Avegno, Cicagna, Coreglia Ligure, Favale di Malvaro, Lorsica, Moconesi, Neirone, Orero, San Colombano Certenoli, Tribogna e Uscio.

“Il nostro entroterra è una risorsa da difendere, non solo con interventi legati alla sopravvivenza delle attività, ma con un serio piano strategico che renda finalmente attrattive, anche dal punto di vista lavorativo, le aree interne – racconta l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti – Per promuovere e tutelare con progetti di sviluppo che adeguino la qualità dei servizi essenziali di una più ampia fetta di territorio, siamo riusciti, con i criteri dettati da Roma, a non lasciare indietro nessun comune ligure meritevole del riconoscimento di area interna. Ed è stato così possibile portare a compimento un lungo iter, che consentirà alla Val Fontanabuona di promuovere azioni utili a garantire lo sviluppo locale e il rafforzamento di servizi essenziali di cittadinanza (quali la sanità, i trasporti e l'istruzione) attraverso risorse ordinarie e a valere sui fondi Fesr, Fse, Feasr e Feamp”.

Limoncini referente

“Con la Regione siamo sulla stessa lunghezza d'onda per quanto riguarda l'attenzione da dedicare alle aree interne. Aree che, pur avendo un potenziale di sviluppo molto elevato, soffrono di uno svantaggio competitivo - sottolinea il presidente della Camera di Commercio di Genova Luigi Attanasio - Ci auguriamo che questo possa essere un ulteriore tassello verso la riduzione di questo gap, anche in prospettiva della realizzazione del tunnel”.
Durante l’incontro è stato nominato il sindaco di Cicagna Marco Limoncini quale referente dell’area interna della Val Fontanabuona.

“Esprimo le mie più vive congratulazioni a Marco Limoncini di Cicagna, eletto all’unanimità sindaco referente della nuova area interna dalla comunità dei sindaci – aggiunge il direttore di Anci Liguria Pierluigi Vinai, coordinatore tecnico delle sei aree interne liguri – Anci svolgerà il proprio lavoro di assistenza tecnica nella messa a punto e nella realizzazione delle schede progettuali, affiancando e supportando gli undici comuni in questo nuovo percorso, insieme con Regione, a cominciare dalla valorizzazione delle attività agricole esistenti presenti nella Val Fontanabuona e del patrimonio boschivo per lo sviluppo del territorio”.

Seguici sui nostri canali