Menu
Cerca
Amministrative

Le reazioni alla candidatura di Di Capua, tra favorevoli e contrari

Dalle fila dell’opposizione, unico commento quello del consigliere Giovanni Giardini

Le reazioni alla candidatura di Di Capua, tra favorevoli e contrari
Politica Chiavari - Lavagna, 25 Dicembre 2020 ore 16:53

Le prime immediate reazioni, della ricandidatura del sindaco Marco Di Capua, provengono dai principali esponenti dei tre gruppi di maggioranza.

Le reazioni alla candidatura di Di Capua, tra favorevoli e contrari

«Siamo davvero felici che il nostro Sindaco abbia deciso di ricandidarsi con orizzonte 2027, con forze civiche! – ha commentato il segretario di “Avanti Chiavari”, Antonio Segalerba -. Grazie alla sua guida, e a tutta la squadra, in questi tre anni e mezzo sono stati fatti moltissimi interventi per la città, con importanti investimenti che stanno cambiando il volto di Chiavari.  Superato, così, l’immobilismo di chi ci aveva preceduto». Il gruppo vuole ripartire per far crescere la propria squadra, con energie e persone nuove. A gennaio prevista l’apertura del point di corso Garibaldi 42. Esprime soddisfazione anche il gruppo di Partecip@ttiva: «Quanto realizzato ed impostato per il futuro, non poteva che portare a questa decisione. Siamo convinti che la strada giusta sia continuare con lui a capo della nostra città, sostenuto solo da forze civiche, libere da giochi di partito». Primi a rallegrarsi della decisione, il vice sindaco Silvia Stanig e il capogruppo Giorgio Canepa: «Partecipattiva continuerà anche nel futuro ad essere a servizio dei cittadini. Aspettiamo nuove persone che vogliano mettersi a servizio attivo della cittadinanza». Viva soddisfazione anche per la “Lista Marco Di Capua Sindaco”: «Lo sosterremo per accompagnarlo ancora nella trasformazione di Chiavari. La nostra lista non vuole solo completare il lavoro ma avviare una nuova fase per portare Chiavari ad essere una città di ispirazione per il nostro Tigullio. Noi siamo pronti, come sempre aperti al confronto, al rinnovamento continuo e ad accogliere energie ed idee innovative in sinergia con la città».

Dalle fila dell’opposizione, unico commento quello del consigliere Giovanni Giardini, capogruppo di “Cambia con me Chiavari da Tutelare”: «Sindaco, quale è la sua visione di futuro della città basata sui fatti e quali sono le sue idee? – ha chiesto -. Non credo si possa riferire solo su quello che è stato iniziato, anche con appoggio e finanziamenti di Enti che hanno un ben definito colore politico. Ad esempio, su Scolmatore e Depuratore di Vallata, come pensa di realizzarli solo con un contributo civico? È vero non servono le parole, ma i fatti, che con capacità e partecipazione posso essere realizzati».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli