Politica
elezioni comunali 2022

Messuti: "Abbattimento barriere architettoniche al primo posto"

"Chiavari è il primo comune del Tigullio ad aver avviato la redazione del Piano per l’eliminazione delle barriere"

Messuti: "Abbattimento barriere architettoniche al primo posto"
Politica Chiavari - Lavagna, 08 Giugno 2022 ore 19:50

“La candidata sindaca Garibaldi dopo cinque anni di dura opposizione all’amministrazione Di Capua non si è accorta che Chiavari è il primo comune del Tigullio ad aver avviato la redazione del PEBA (Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche) con delibera di giunta del 14 ottobre 2021 n. 187. Parla tanto di dialogo ma non ha neppure ascoltato la sua candidata consigliera che ha fatto da interprete LIS per questo progetto in essere da un anno" così il candidato sindaco Federico Messuti interviene sull’argomento insieme a Fiammetta Maggio, assessore ai servizi sociali e candidata consigliere.

"Un tema strategico per la nostra amministrazione per migliorare l’accessibilità e la fruizione della città da parte di chiavaresi e turisti. Per redigere il piano sono stati incaricati due professionisti di livello nazionale, Leris Fantini e Vaglia Galdi, che hanno individuato le priorità e le modalità d’intervento. Nelle fasi di redazione sono stati coinvolti sia gli uffici tecnici che i dirigenti dei vari settori che hanno preso parte ai sopralluoghi insieme ai rappresentati dell’unione nazionale ciechi e seguito la formazione prevista dal piano. Si sono svolti due incontri pubblici in sala del consiglio comunale a cui hanno partecipato tutte le associazioni cittadine che rappresentano le persone con disabilità motorie, auditive e visive. A loro è già stato presentato il primo lotto, che riguarda l’ambiente urbano e che verrà consegnato a fine giugno. Inoltre, con Lavagna è stata avviata, a marzo 2021, la costituzione di due cabine di regia congiunte di Fiaba (Fondo Italiano Abbattimento Barriere Architettoniche), un osservatorio che spinge gli enti a soffermarsi su temi di stimolo all’accessibilità e all’inclusione per ragionare insieme sulla qualità urbana e sugli interventi da effettuare. Un lavoro continuo, i cui risultati non sono immediati ma seguono precisi percorsi di sviluppo. La candidata sindaca, che si definisce tanto attenta ai temi del sociale e della famiglia, dov’era negli ultimi due anni per non rendersi conto di quanta attenzione e di quanto lavoro è stato fatto sino ad oggi? Con quali associazioni si è confrontata visto che erano tutte invitate e presenti agli incontri svolti per la redazione del PEBA?” concludono Messuti e Maggio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter