Politica
La querelle

Agricoltura, Muzio: «L'onorevole Ghio copia e incolla ma non lo dice»

Il caso sulla presentazione di un emendamento alla manovra di bilancio

Agricoltura, Muzio: «L'onorevole Ghio copia e incolla ma non lo dice»
Politica Sestri - Val Petronio, 10 Dicembre 2022 ore 16:54

Claudio Muzio, consigliere regionale, capogruppo di Forza Italia e membro della Commissione Ambiente e Territorio, contro Valentina Ghio, dopo le parole della stessa deputata del Partito Democratico sulla presentazione di un emendamento alla manovra di bilancio per sostenere il lavoro di agricoltori e olivicoltori per la tutela del territorio.

Le dichiarazioni di Muzio

«Quando si fa copia e incolla bisognerebbe almeno, per correttezza e buona creanza, citare la fonte e non spacciare per propri il lavoro e l’impegno altrui - afferma Muzio -. Leggo infatti oggi sui social e sui media che l’on. del PD Valentina Ghio ha presentato alla Camera un emendamento che chiede di introdurre a livello nazionale la possibilità di detrazione fiscale per le spese sostenute per la cura ed il recupero dei terreni. È un fatto in sé positivo. Peccato soltanto che l’on. Ghio nella sua comunicazione ometta di dire che lo stesso emendamento era stato depositato lo scorso anno dal deputato di Forza Italia Roberto Cassinelli e, ancorché dichiarato ammissibile, non era stato messo in votazione a causa di mancanza di risorse finanziarie. La deputata dimentica altresì di scrivere che la proposta era stata presentata dal sottoscritto in occasione del Premio Leivi per l’olio d’oliva a luglio 2021 ed era stata oggetto di un ordine del giorno sempre a firma del sottoscritto, approvato all’unanimità dal Consiglio Regionale a inizio 2022. Auspico perciò una pronta integrazione comunicativa da parte dell’on. Ghio».

«Mi ero fatto promotore di questa proposta - prosegue Muzio - riprendendo un’idea del prof. Riccardo Gucci relativa agli uliveti e l’avevo elaborata di concerto con i sindaci di Moneglia Claudio Magro e di Leivi Vittorio Centanaro e con la Cooperativa Olivicoltori Sestresi, in particolare con il presidente Marco Cusinato e l’ex presidente Nicola Gandolfo, molto attivi su questo fronte. Il tema della cura e del recupero dei terreni è strategico a livello nazionale ed in particolare per una regione come la Liguria, anche a motivo della sua specifica conformazione orografica, caratterizzata dalla vicinanza di costa ed entroterra, dall’assenza di pianura e dalla elevata percentuale di territorio verde. Sostenere concretamente chi opera per mantenere e recuperare i terreni è perciò, oggi più che mai, un’esigenza di primaria importanza ai fini della salvaguardia ambientale e della prevenzione del dissesto idrogeologico».

«A tal proposito - conclude Muzio - come consigliere regionale sono orgoglioso di aver contribuito sin dall’inizio per fare sì che il progetto delle terrazze olivetate promosso dal prof. Gucci e dalla Cooperativa Agricoltori Sestresi, su cui ieri pomeriggio si è svolto a Sestri Levante un convegno nell’ambito della manifestazione “Pane e olio” nel corso del quale ha avuto luogo la firma di un importante protocollo d’intesa sottoscritto da 13 Comuni (con Sestri capofila) e da 4 Cooperative di agricoltori, potesse ricevere il sostegno fattivo e convinto della Regione, confermato ieri dal presidente Giovanni Toti e dal vicepresidente e assessore all’agricoltura Alessandro Piana. È un progetto di grande rilevanza non soltanto dal punto di vista agricolo, ma anche sociale ed economico e sotto l’aspetto della difesa del suolo».

Seguici sui nostri canali