Menu
Cerca

Nei primi cento giorni di mandato Ghio, 27 nuove telecamere

Coperta via Antica Romana Occidentale, dall’ospedale al sottopasso di Pietracalante, incluso l’accesso al sottopasso

Nei primi cento giorni di mandato Ghio, 27 nuove telecamere
Politica Sestri - Val Petronio, 27 Settembre 2018 ore 12:01

Sono 249 le telecamere di sorveglianza attualmente installate nel territorio del Comune di Sestri Levante, uno strumento che si dimostra ogni giorno più prezioso, oltre che per il controllo del traffico, anche per le  Forze dell’Ordine nella soluzione di casi e l’individuazione dei responsabili dei reati commessi sul territorio. Nei primi cento giorni di mandato sono 27 le nuove installazioni in diversi luoghi del territorio: integrazione nei parchi cittadini e all’altezza di incroci o semafori e che hanno permesso, tra le altre cose, l’intera copertura di via A. Romana Occ.le, dall’ospedale al sottopasso di Pietracalante, incluso l’accesso al sottopasso ferroviario e l’implementazione di zone già coperte.

Coperta via Antica Romana Occidentale, dall’ospedale al sottopasso di Pietracalante, incluso l’accesso al sottopasso

Durante questi ultimi mesi sono anche state aggiornate diverse telecamere obsolete, con risoluzione modesta, che sono diventate in HD e consentono di effettuare le registrazioni in alta risoluzione. La prossima installazione prevede l’inserimento di 3 nuove telecamere intorno al plesso scolastico di via Val di Canepa con il relativo collegamento in fibra ottica alla sede comunale per consentirne la gestione centralizzata. La rete di telecamere consente alla Polizia Municipale di fornire elementi utili alle Forze dell’Ordine e, nei casi più semplici ai cittadini, in relazione alle segnalazioni pervenute agli uffici e sulle quali è possibile avere riscontro attraverso la visione dei video: si tratta di richieste di privati che spaziano tra i motivi più diversi, come danneggiamenti e sinistri stradali. La visione dei filmati consente inoltre di dare un’identità a chi effettua danneggiamenti alla cosa pubblica, ricostruendo anche la dinamica certa dei sinistri stradali rilevati dal personale della Polizia Municipale. Tra gli ultimi risolti si segnala l’uscita di strada di un’auto in Valle Ragone, la quale ha invaso il marciapiede andando a colpire la ringhiera metallica, distruggendo una bicicletta e parte della ringhiera stessa. Il conducente dell’auto era fortunatamente illeso ma si è subito allontanato facendo perdere le proprie tracce. La Polizia Municipale grazie alle riprese delle telecamere della zona è riuscita a identificare subito il responsabile, al quale sarà addebitato il fatto. Il rapporto di collaborazione instaurato con le altre Forze dell’Ordine ha spesso consentito l’identificazione dei responsabili di furti, danneggiamenti e altre tipologie di reato.

Approvato il Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana, per un investimento complessivo di 108.000 euro

Rimanere sempre attivo anche il sistema di rilevazione targhe su tutti i varchi della città, che include la possibilità di inserire il sistema “Allert” che avverte dei transiti, in entrata e in uscita, di veicoli la cui targa è oggetto di particolari controlli da parte delle forze di Polizia di Stato. Sulle vie di principale transito sono state inoltre installate alcune telecamere con particolare definizione notturna, che permettono di risalire ai dati identificativi del veicolo anche in condizione di luce completamente inesistente. Si segnala inoltre che durante la prima seduta della nuova Giunta Comunale è stato approvato il Patto per l’attuazione della Sicurezza Urbana, per un investimento complessivo di 108.000. L’intervento prevede la realizzazione di due ponti radio (Ginestra – Loto e Ginestra – cimitero di San Bartolomeo),propedeutici all’installazione di 58 nuove telecamere che andranno a coprire il parcheggio della stazione, l’incrocio di via Fico con largo Masi, piazza Italia, l’ingresso del tunnel per Moneglia e via Vespucci, l’incrocio di via Gramsci, il ponte sul Petronio, piazza Aldo Moro, le gallerie di S. Anna, il lungomare. Per la prima volta verranno coperte dalla videosorveglianza anche alcune frazioni: San Bernardo, Montedomenico, Tassani, Libiola, Loto con la previsione di ampliamento per tutte le frazioni. In questi giorni gli uffici comunali stanno lavorando al bando di gara per accedere al finanziamento.

Condividi