Rapallo, 30mila euro stanziati per i voucher sociali

I buoni cartacei potranno essere usati per acquistare beni di prima necessità nei punti vendita aderenti

Rapallo, 30mila euro stanziati per i voucher sociali
09 Novembre 2017 ore 14:49

Dare sostegno ai cittadini che si trovano in situazione di disagio economico con un’alternativa – ugualmente utile – all’erogazione di denaro contante. Il Comune di Rapallo vara l’erogazione e la consegna di “voucher sociali”, iniziativa presentata questa mattina dal vicesindaco con delega ai Servizi Sociali, Pier Giorgio Brigati, insieme con Anna Maria Drovandi (dirigente ripartizione Servizi Sociali del Comune di Rapallo) e Graziella Massa (funzionario Servizi Sociali).

I voucher sociali

Di che cosa si tratta? Sono buoni cartacei da 5 e da 10 euro nominativi, incedibili a terzi e non convertibili in denaro contante utilizzabili all’interno di un circuito di punti vendita aderenti (nove, al momento, ma destinati a incrementare) dove i beneficiari potranno recarsi per acquistare beni di prima necessità (pasta, pane, latte, ma anche prodotti per la casa e abbigliamento di prima necessità, nonché farmaci da banco o prescritti dal medico di base con ricetta bianca). Per l’erogazione dei voucher sociali, il Comune di Rapallo ha stanziato 30.732 euro ed ha affidato il servizio di fornitura, distribuzione e rendicontazione dei buoni alla Società Welfare Company srl di Genova, già operativa a Santa Margherita Ligure.

«Teniamo molto a questa iniziativa, che va in un certo senso a sostituire il contributo affitti, il cui iter prevedeva un percorso macchinoso e condizioni più rigide – sottolinea Pier Giorgio Brigati – In questo modo possiamo invece dare una risposta più immediata a chi versa in situazione economiche particolarmente disagiate. L’intento è incrementare il più possibile l’importo stanziato dal Comune per l’erogazione dei voucher sociali già a partire dal prossimo anno».

I buoni verranno consegnati direttamente agli aventi diritto a seguito di presentazione di apposita domanda e successiva istruttoria e verranno erogati fino ad esaurimento posti. La domanda può essere presentata presso gli uffici dei Servizi Sociali (ex ospedale di piazza Molfino), il cui orario di apertura al pubblico è stato di recente incrementato per offrire un migliore servizio ai cittadini.

I giorni di apertura saranno quindi tre, tutti con orario 9-12: il martedì e il giovedì presso i Servizi Sociali (con colloqui dedicati a famiglie con figli minorenni e adulti), il mercoledì lo sportello sarà invece attivo al Social Housing (per le persone anziane). Oltre alla domanda per ricevere i voucher sociali, negli orari indicati sarà possibile anche presentare la domanda per beneficiare della CartaRei 2018, carta di pagamento molto simile alle carte prepagate sulla quale il Comune tramite l’INPS erogherà l’importo di reddito di inclusione spettante alla famiglia che risulterà avente diritto.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità