Politica

Sarà un corteo e non un presidio quello dell'Anpi a Sestri Levante

L'associazione ha deliberato all’unanimità di confermare la manifestazione antifascista per domenica 4 febbraio

Sarà un corteo e non un presidio quello dell'Anpi a Sestri Levante
Politica Sestri - Val Petronio, 30 Gennaio 2018 ore 16:12

L’Anpi di Sestri Levante ha deliberato all’unanimità di confermare il corteo per domenica 4 febbraio anziché il semplice presidio come suggerito dalle forze dell’ordine. La manifestazione antifascista inizierà alle 10: 30 da piazza della Repubblica e raggiungerà piazza Matteotti, davanti al municipio di Sestri Levante, dove il presidente dell’ Anpi provinciale Massimo Bisca terrà il discorso conclusivo.

L'associazione ha deliberato all’unanimità di confermare la manifestazione antifascista per domenica 4 febbraio

“Proprio alla luce di nuovi fatti accaduti, dalle minacce a giornalisti genovesi attaccati da Casa Pound – afferma l’Anpi – alla lettera minatoria con svastiche e proiettili ricevuta dal sindaco di Empoli Brenda Barnini, alla seconda cartolina farneticante /inneggiante al duce ricevuta dal nostro sindaco Valentina Ghio e ultimo, ma non meno grave, l’aver bruciato in piazza un fantoccio con le sembianze di Laura Boldrini, l’Anpi dice basta. Non ci piace per niente il clima di impunità che circola in questi mesi intorno agli evidenti rigurgiti di neofascismo contro le istituzioni democratiche – prosegue l’associazione dei partigiani - chiediamo alle autorità giudiziarie di intervenire. Chiediamo alla magistratura di individuare e perseguire quanto prima gli autori di questi atti vergognosi. Chiediamo a tutti coloro che si riconoscono nei valori dell'antifascismo di partecipare alla nostra iniziativa per dire forte e chiaro che l'Italia è antifascista e non si riconosce in movimenti e organizzazioni che si ispirano a idee razziste, xenofobe e maschiliste che per vigliaccheria e per loro natura, prendono di mira soprattutto figure femminili”.