Menu
Cerca

Sestri, ordinanza anti alcool, lo scherno della Lega: «Lunedì, giovedì e venerdì liberi tutti?»

«Un’ordinanza sindacale a macchia di leopardo, difficile da interpretare nella funzionalità e nell'intenzione»

Sestri, ordinanza anti alcool, lo scherno della Lega: «Lunedì, giovedì e venerdì liberi tutti?»
Politica Sestri - Val Petronio, 03 Agosto 2018 ore 18:57

Continua a far discutere l’ordinanza per la limitazione al consumo di alcolici in aree pubbliche a Sestri Levante. A intervenire questa volta con critiche evidentemente sarcastiche è la sezione cittadina della Lega nord, nella persona del capogruppo di minoranza in consiglio Albino Armanino.

«Un’ordinanza sindacale a macchia di leopardo – è il commento di Armanino – difficile da interpretare nella funzionalità e nell’intenzione». Per la Lega, infatti, l’ordinanza de facto continua a permettere di bere per strada, ma solo “stando fermi”. Per il Carroccio, infatti, l’ordinanza che vieta ‘il consumo di bevande alcoliche trasportandole in qualsiasi tipo di contenitore’, e solo nelle serate di martedì, mercoledì, venerdì e sabato, significa che «lunedì, giovedì e domenica liberi tutti. Si salvano così baristi e ristoratori che possono tranquillamente utilizzare i propri dehor, sperando però che i clienti non si alzino dal tavolo col bicchiere, per andare in bagno».

Il gruppo del Carroccio spinge oltre l’affondo sardonico, domandandosi «come mai alla bimare, nelle giornate di lunedì, giovedì e domenica si possa bere ”in movimento”» e chiede al sindaco «che integri anche quei giorni, per evitare ”malesseri dovuti all’errata deglutizione” durante il trasporto delle bevande alcoliche in qualsiasi tipo di contenitore».