Sonia Viale all’inaugurazione dei nuovi locali della Asl 4

Il Vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale: “Ottimo lavoro dell'Asl 4 con recupero spazi adeguati e garanzia presa in carico dei piccoli pazienti per tutto l'arco della vita"

Sonia Viale all’inaugurazione dei nuovi locali della Asl 4
Chiavari - Lavagna, 20 Marzo 2018 ore 11:05

Le parole dell’assessore regionale alla Sanità, e vicepresidente regionale Sonia Viale all’inaugurazione dei nuovi locali della Asl 4

Sonia Viale all’inaugurazione dei locali dedicati alla medicina fisica riabilitativa

“Questo è un luogo di speranza in cui le Istituzioni sono chiamate a garantire un futuro a molti bambini con specifiche problematiche. La sfida è quella di accompagnarli, insieme alle loro famiglie, per restituirli alla vita piena. Eliminati anche eventuali passaggi burocratici che possono impedire una risposta efficace a bisogni che vanno intercettati subito. Ecco perché è importante consentire l’accesso diretto; la tempestività dell’intervento è la chiave di volta, soprattutto con i bambini”.

Così la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria Sonia Viale, che ieri mattina, presso l’ex ospedale di Chiavari, ha inaugurato, insieme al sindaco Marco Di Capua e al Direttore generale della Asl4 Bruna Rebagliati, i nuovi locali che ospiteranno le attività di Medicina Fisica Riabilitativa, Neuropsichiatria Infantile e delle Disabilità Congenite, oltre al Centro Educazione Motoria (CEM). Poste su un unico piano, le attività di riabilitazione rispondono ed attuano un percorso integrato di presa in carico del bisogno riabilitativo specifico di trattamento e cura sin dalla più tenera età e per tutto l’arco della vita.

“Qui i piccoli pazienti e le famiglie – ha aggiunto l’assessore Viale – vengono accompagnati per tutto l’arco della vita e sostenuti nell’affrontare i momenti di difficoltà e di riabilitazione, con la garanzia di una reale di presa in carico. Si tratta di un ottimo lavoro, realizzato dalla direzione strategica della Asl 4 Chiavarese che da un lato ha recuperato spazi adeguati, e ha attuato la nostra visione di sistema che mette al centro il paziente, con l’attenzione rivolta anche al benessere organizzativo del personale. E’ di tutta evidenza, infatti che se gli operatori, altamente specializzati, lavorano in un ambiente sereno e ottimale, sia garanzia della qualità della risposta che viene data ai cittadini”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità