Politica
Il caso

Sori nega la Cittadinanza alla Senatrice Segre. Le reazioni

Stupore e condanna della decisione. Dal deputato Luca Pastorino (LeU) al Pd Genova all'Anpi di Recco-Camogli

Sori nega la Cittadinanza alla Senatrice Segre. Le reazioni
Politica Golfo Paradiso, 30 Aprile 2021 ore 08:05
Di fronte al rifiuto del Comune di Sori di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice a vita Liliana Segre, diverse sono le reazioni di stupore e condanna della decisione. Dall'onorevole Luca Pastorino (LeU) al Pd di Genova all'Anpi di Recco-Camogli.

Pastorino (LeU): "Decisioni che vanno oltre la politica"

 

"Il consiglio comunale di Sori non concede la cittadinanza onoraria a Liliana Segre: una brutta pagina nei confronti di una donna che in Italia è simbolo di pace". Il deputato ligure Luca Pastorino di LeU, segretario di presidenza alla Camera, commenta la decisione della maggioranza che guida il comune del Golfo Paradiso."Certe decisioni devono andare oltre la politica. Ricordo che nella vicina Bogliasco il consiglio comunale ha votato per concedere la cittadinanza a Patrick Zaki e a questo proposito accolgo con gioia la notizia che Genova proprio oggi abbia finalmente scelto di approvare l'ordine del giorno su Zaki", aggiunge Pastorino.

Pd: "Inacettabile la scelta della maggioranza"

 

"Oltre a sottolineare la mancanza di un legame stretto tra Liliana Segre e la località ligure, il centrodestra dichiara di aver votato contrariamente per non compiere una discriminazione rispetto a tutti gli altri deportati ebrei nei lager . Riteniamo queste affermazioni inaccettabili e irricevibili - afferma il Pd genovese - , considerato che la senatrice Segre è testimone attenta e preziosa per il nostro Paese dell’immensa tragedia della Shoah. Un riconoscimento alla sua persona e a quello che la sua esperienza rappresenta è un riconoscimento a tutte le vittime delle deportazioni nazifasciste, le include una per una e certo non le esclude".

Genova ha conferito la cittadinanza alla Segre nel 2019

 

"Sono molti i Comuni che in Italia hanno conferito, ad oggi, la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre, tra questi anche Genova nel novembre del 2019, a testimonianza che il colore politico non dovrebbe influenzare una scelta di civiltà. Sempre nel novembre del 2019, in accordo con la proposta di Liliana Segre approvata in Senato, il Consiglio comunale di Genova ha votato all’unanimità per l'istituzione di una commissione speciale dedicata a contrastare i fenomeni dell’intolleranza, del razzismo, dell’antisemitismo, dell’istigazione all’odio e alla violenza. Ad oggi questa Commissione purtroppo non è stata ancora istituita, si tratta di un ritardo ingiustificato rispetto a un tema importante e sempre attuale", rimarcano i Democratici.

Anpi: "Basita e profondamente rattristrata. Non esisitono valide giustificazioni"

 

"La Sezione dell'Anpi Recco Camogli Ruby Bonfiglioli rimane basita e profondamente rattristrata a fronte della decisione della maggioranza del Comune di Sori di negare la Cittadinanza Onoraria alla Senatrice Segre ex deportata e soppravvissuta ai campi di sterminio . Ci sono valori , storie e persone che dovrebbero unire e trovare il consenso unanime senza ma e se  dell'intero panorama politico. Non esistono valide giustificazioni per negare la cittadinanza onoraria una ex deportata. Speriamo che la maggioranza rifletta e ritorni sui suoi passi. Questo avviene quando al Comune di Camogli si discutera' di riconoscere la cittadinanza onoraria a Patrick George Zaki detenuto ingiustificatamente nelle carceri egiziane".