Menu
Cerca

Tassi tenta la nuova avventura

Dopo un quinquennio di pausa, pronto a fare il sindaco a Santo Stefano

Tassi tenta la nuova avventura
Politica Valli ed entroterra, 26 Agosto 2018 ore 11:03

Nei giorni scorsi era impegnato a Vescina, frazione del Comune di Avegno, nel preparare le focaccia al formaggio in occasione della festa patronale di San Lorenzo, ma Giuseppe Tassi comincia già a pensare alle elezioni amministrative del prossimo anno che lo vedranno candidato sindaco in Val d’Aveto.

Tassi tenta la nuova avventura

Diciamolo subito, con buone possibilità di indossare la fascia tricolore. Se questo dovesse accadere, è destinato ha entrare nel ristretto club di quanti sono stati sindaci in due Comuni differenti. Cosa porta in dote Tassi in Val d’Aveto? Intanto il fatto di essere nativo di Santo Stefano dove tutt’ora ha la casa e poi una lunga esperienza amministrativa maturata nel Comune di Avegno, sindaco per due legislature. In Provincia di Genova, inoltre,  ha ricoperto il ruolo di consigliere e poi addirittura di vicepresidente della Conferenza dei sindaci, l’organismo presieduto dal commissario straordinario dell’ente  Piero Fossati chiamato ad approvare lo statuto della nuova Città Metropolitana. Questo tanto per citare l’aspetto amministrativo, in quanto il curriculum “personale” è decisamente più vario. Direttore del coro Voci d’Alpe di Santa Margherita Ligure, alpino, provetto focacciaio, cantante dall’ugola d’oro e persino noto trasformista. Indimenticabile la performance nel ruolo di Ivano dei Cugini di Campagna. Il nostro, infine, nel Comune di Avegno ha un’avviata attività di lavorazione del marmo. Ora è lanciato per la nuova avventura, a 58 anni da poco compiuti è deciso a risalire in sella per almeno due lustri.