Politica
la polemica

Trasporti, Ghio: “Bonus trasporti, il governo contraddice se stesso"

La deputata ligure del Pd critica le mancate misure del governo a sostegno del trasporto pubblico locale e per la mobilità delle famiglie

Trasporti, Ghio: “Bonus trasporti, il governo contraddice se stesso"
Politica Sestri - Val Petronio, 12 Gennaio 2023 ore 13:02

“Il governo contraddice se stesso e dopo che ieri ha votato a favore di un ordine del giorno del PD che chiedeva di reintrodurre il bonus trasporti, questa mattina in Commissione trasporti, rispondendo a un'interrogazione a mia prima firma, dichiara il contrario: ad oggi l'unica certezza è che da gennaio muoversi costa di più, mentre famiglie e cittadini sono stati abbandonati”, dichiara Valentina Ghio, deputata ligure del Partito Democratico e membro della presidenza del gruppo PD alla Camera, che ha presentato un question time in commissione Trasporti chiedendo il rifinanziamento del bonus anche per il 2023.

Bocciato l'ordine del giorno

“Sono rimasta molto perplessa – prosegue Ghio - che il bonus trasporti, misura di grande aiuto alle famiglie e a tutti i cittadini che utilizzano mezzi pubblici per spostarsi e andare al lavoro, sia stata dichiarata dal Governo una 'misura finanziata una tantum per il solo anno 2022 con possibilità per gli utenti di presentare istanze fino al 31 dicembre 2022'. Per questo chiediamo che venga immediatamente rifinanziato anche per il 2023.

“Il disinteresse del governo verso il sostegno alle famiglie e alla mobilità si è reso palese anche con la bocciatura del mio ordine del giorno presentato ieri in Commissione trasporti in cui chiedevo interventi concreti a sostegno delle famiglie per affrontare i rincari del trasporto pubblico, anzi ha confermato l’abolizione di una misura come il bonus trasporti che ogni mese permetteva alle persone con un reddito più basso di poter usufruire di un abbonamento a un costo agevolato. Le Associazioni dei consumatori stimano che i rincari nella mobilità, in aggiunta ad altri sui beni essenziali, producano un incremento della spesa annua delle famiglie di 2.400 euro. Nella sola Liguria si registra un aumento medio dei biglietti dei treni del 6% (tra il 9% dell'aumento dei biglietti e il 3% degli abbonamenti)”, aggiunge Ghio dopo la discussione alla camera del suo ordine del giorno sui finanziamenti a sostegno del trasporto pubblico locale e delle spese di mobilità per le famiglie.

“Da questo Governo continuiamo ad assistere a una mancanza di azioni concrete a sostegno dei bisogni economici delle famiglie e all’assenza di una strategia di sviluppo della mobilità sostenibile. Continueremo ad attivarci con le nostre proposte a partire dal ripristino del bonus trasporti e per misure concrete a sostegno di un trasporto pubblico efficiente. Da svariati mesi diversi sindaci italiani hanno manifestato preoccupazione e palesato la difficoltà di garantire la sostenibilità economica del trasporto pubblico locale, messa a rischio dai rincari inflazionistici, oltre che da un finanziamento del Fondo nazionale insufficiente a consentire la qualità del servizio e la tenuta delle municipalizzate, con possibili ricadute occupazionali: mancherebbero infatti risorse per 700milioni di euro, oltre ai 50milioni in meno in dotazione al Bonus trasporti”, conclude Ghio.

Seguici sui nostri canali