Menu
Cerca

Traversi in difesa di Rovido: “Azienda sull’orlo del fallimento”

Le piccole aziende soccombono a fronte di “cartelli” in barba alle norme sulla concorrenza

Traversi in difesa di Rovido: “Azienda sull’orlo del fallimento”
Politica Valli ed entroterra, 19 Novembre 2018 ore 18:34

Una piccola azienda distributrice locale di giornali con 14 dipendenti rischia la chiusura e il deputato pentastellato Roberto Traversi interviene.

Traversi in difesa di Rovido: “Azienda sull’orlo del fallimento”

L’azienda si occupa di distribuzione locale di giornali e riviste alle edicole (clienti) attraverso contratti i distributori nazionali (fornitori).
” Un’operazione di “concentrazione” portata avanti dalla distributrice nazionale M-DIS tramite fusione con altre società distributrici liguri che negli anni ha portato allo svuotamento di tutti i contratti in carico alla Ditta Rovido.
Dal 2013 al 2017 una serie di fusioni tra distributori nazionali e distributori locali hanno estromesso completamente dai contratti di distribuzione la piccola azienda di Nello Rovido che, ad oggi, si trova deprivata completamente del suo mercato e nell’impossibilità di vendere l’attività considerato che l’intera distribuzione dei giornali è stata affidata ad Aziende controllate o afferenti M-DIS”, spiega con dovizia di particolari Traversi.

Non solo: “Un’operazione che, come spesso accade, vede soccombere le piccole aziende del territorio a fronte di “cartelli” in barba alle norme sulla concorrenza.  Nonostante le istanze inviate all’Autorità garante per violazione delle Norme per la tutela della concorrenza e del mercato l’AGCM, a distanza di 11 mesi dalla prima segnalazione, non è ancora  intervenuta e, se la risposta non arriverà nelle prossime settimane, la Rovido si troverà costretta dichiarare fallimento e licenziare i lavoratori”.
Traversi si è attivato personalmente chiedendo una risposta immediata all’Autorità Garante su questo caso.  “Le piccole imprese del territorio stanno già soffrendo per le criticità legate agli eventi drammatici degli ultimi mesi che hanno colpito tutta la Regione Liguria e credo sia importante che almeno possano ricevere risposte certe dagli Enti preposti.
Ritengo che oggi, preservare i posti di lavoro e i piccoli imprenditori sia doveroso soprattutto in questo momento di difficoltà sia per il mondo delle imprese che per i cittadini di questo territorio”.