Politica

Uscio, il sindaco Giuseppe Garbarino punta sul secondo mandato: cercasi rivali

Verso le elezioni amministrative in programma nella primavera del 2019

Uscio, il sindaco Giuseppe Garbarino punta sul secondo mandato: cercasi rivali
Politica Golfo Paradiso, 27 Gennaio 2018 ore 10:33

Su un fatto non ci sono dubbi, il sindaco Giuseppe Garbarino (nella foto) è già al lavoro per preparare la squadra con la quale intende riproporre la candidatura dopo aver governato il paese per cinque anni.

Elezioni amministrative nella primavera 2019, ma si lavora già da ora

Mentre la regione è in fermento per le candidature nazionali al voto di marzo, ad Uscio le elezioni amministrative sono previste nella primavera del 2019 e il primo cittadino uscente è conscio di come nei piccoli Comuni se si vuole preporre ai cittadini un gruppo coeso bisogna lavorare per tempo. La fretta è una cattiva consigliera e individuare uomini e donne disposti a impegnarsi è sempre un’impresa difficile, nonostante le prospettive di vittoria siano numerose. Si parte dai componenti dell’attuale giunta Attilio Massimo Terrile Mauro Ravea che sicuramente faranno parte della partita. Poi alcuni componenti della maggioranza già oggi in consiglio e la presenza di nomi nuovi. Insomma, per «Uscio di tutti» il gioco è quasi fatto, si tratta di sistemare solo alcuni tasselli.

Quali saranno i possibili avversari? Bacigalupo non ci sarà

Le maggiori incognite riguardano invece i possibili avversari. Unico dato certo non ci sarà lo sfidante del 2014 Corrado Bacigalupo. Aveva abbandonato Tribogna, dove era stato sindaco per due mandati, lusingato da poco attendibili sirene pronte a pronosticargli il successo. Se come Ulisse si fosse riempito di cera le orecchie avrebbe fatto meglio evitando una cocente sconfitta. Nonostante la mancanza di motivazioni ha svolto il ruolo di oppositore con impegno, ma, chiuso il quinquennio, buongiorno e grazie.

E Massimiliano Bisso?

Tra le sirene ammaliatrici di Bacigalupo c’era il sindaco uscente Massimiliano Bisso. Resta ora da vedere se l’attuale assessore esterno del Comune di Chiavari avrà ancora voglia di tessere una tela. Compito arduo che farebbe impallidire persino la pur brava Penolope. Intendiamoci non a tutti piace Garbarino, bisogna però vedere se gli avversari sapranno mettersi insieme e avranno la forza per farlo. I prossimi mesi saranno decisivi nel sciogliere la riserva del possibile sfidante.