Idee & Consigli

Copy trading: conviene affidarsi a eToro per investire?

Copy trading: conviene affidarsi a eToro per investire?
Idee & Consigli 24 Dicembre 2021 ore 07:46

Forte di una presenza ormai consolidata in più di 100 paesi in tutto il mondo, una crescita costante di investitori che nel 2021 ha raggiunto la quota record di 23 milioni e un successo suggellato dalla recente scelta di quotarsi in borsa sul Nasdaq, eToro consolida la sua posizione sul mercato, diventando uno dei broker più apprezzati per gli investimenti online. Il merito va a un'offerta che annovera il trading con i CFD, l'accesso diretto ai mercati in modalità DMA, l'investimento in azioni a zero commissioni, ma soprattutto una dashboard estremamente intuitiva che permette di avvalersi di numerose funzionalità.

L'aspetto più interessante di eToro, però, è soprattutto il copy trading, l'innovativo servizio che permette agli utenti di replicare in automatico le scelte di investimento effettuate da altri risparmiatori. Etoro, infatti, è stato tra i primi broker a lanciare questo particolare servizio, che ha ottenuto sin da subito un elevato successo in tutto il mondo. Il copyrading di eToro nasce in particolare per aiutare gli utenti a operare anche qualora non abbiano acquisito, magari tramite lo studio o l'esperienza sul campo, una metodologia di investimento propria. Tuttavia, nel tempo è diventato una risorsa preziosa per moltissimi trader, anche quelli più esperti, che hanno trovato in questo strumento un valido alleato alla loro classica operatività.

Il copy trading, infatti, permette di investire anche qualora non si disponga di tempo a sufficienza per osservare i mercati finanziari ed effettuare quelle analisi grafiche fondamentali per dedicarsi al trading online in prima persona, rendendo la fase operativa estremamente più semplice, ma soprattutto alla portata di tutti. Naturalmente, accedere al copy trading di eToro è semplicissimo: basta collegarsi alla dashboard, selezionare nell'apposita area dedicata agli editors'choice uno dei tanti top investor presenti nella community del broker e inserire l'importo da destinare alle operazioni in replica.

Etoro: servizi, caratteristiche e conto demo

L'interfaccia che eToro offre agli utenti dispone di tutto ciò che serve per operare, ovvero un'ampia gamma di asset a portata di mano, un invio di ordini al mercato estremamente rapido e una vasta quantità di grafici personalizzabili con gli indicatori per l'analisi tecnica. Per cominciare a investire, inoltre, basta seguire l'iter di registrazione sul sito ufficiale, effettuare il login con le credenziali inserite durante creazione dell'account e aprire un conto reale. L'importo per il primo versamento è di 200 dollari -qualora la transazione avvenga mediante carta di debito o di credito- e di 500 dollari nel caso in cui si preferisca optare per un bonifico bancario, mentre successivamente è possibile scegliere la cifra da versare in perfetta autonomia.

Naturalmente, eToro dà a tutti i suoi utenti la possibilità di esercitarsi con un conto demo illimitato, accessibile in qualunque momento semplicemente cliccando su un tasto di switch. Per quanto riguarda i costi, il broker prevede uno spread per ogni eseguito dal valore piuttosto basso, ma variabile in base alla tipologia di asset selezionato e all'orario di negoziazione, in genere più competitivo negli orari standard di contrattazione dei mercati regolamentati. Come molti altri intermediari, inoltre, non prevede commissioni, ma è bene precisare che esiste una commissione fissa di prelievo, pari a 5 dollari, oltre a una commissione di valuta dello 0,5%, dovuta alla conversione del saldo in dollari USA.

Affidabilità e sicurezza: le certificazioni che premiano eToro

Oltre alla qualità dei servizi, alla presenza di un listino ricco di asset e a una delle migliori offerte anche per quanto riguarda i mercati criptovalutari, a fare di eToro il broker del momento, che in soli tre mesi ha visto entrare nella sua community più di 2,5 milioni di nuovi utenti, è di certo l'affidabilità, certificata da numerose regolamentazioni in tutto il mondo. Il broker è infatti autorizzato a operare in Europa dalla Cysec, nel regno Unito dalla FCA, in Australia dalla ASIC e in Italia dalla Consob, l'autorità amministrativa indipendente a tutela degli investitori costantemente impegnata nell'individuazione di intermediari finanziari abusivi.

La Consob, che di recente ha fatto cadere la sua scure su più di 540 società che fornivano l'accesso a servizi finanziari senza alcuna autorizzazione, ha invece  inserito eToro nell'elenco delle imprese di investimento autorizzate senza succursale, a tutela degli investitori e dei loro conti di trading.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter