la kermesse

Il Salone di Ginevra 2020 annullato causa Coronavirus

Il Salone di Ginevra 2020 annullato causa Coronavirus
20 Febbraio 2020 ore 08:45

AGGIORNAMENTO: Il salone dell’auto di Ginevra non si svolgerà a causa del Coronavirus. Lo ha deciso il consiglio federale svizzero. Il salone doveva aprirsi il 5 marzo per il pubblico (ma già lunedì per gli addetti ai lavori). Il divieto si applicherà almeno fino al 15 marzo a tutti gli eventi su larga scala che coinvolgono più di mille persone. 

Il Salone di Ginevra 2020 sta scaldando i motori. Non manca molto, la tradizionale kermesse internazionale andrà infatti in scena da giovedì 5 a domenica 15 marzo (3 e 4 marzo saranno le giornate riservate alla stampa).

Il Salone di Ginevra 2020

Attualmente sono circa 150 gli espositori che hanno confermato la loro presenza alla novantesima edizione del prestigioso Salone dell’auto ed accessori. Per gli utenti è l’occasione per scoprire le novità e le anteprime che nei mesi seguenti vedremo circolare sulle strade di tutto il mondo. Per accedere al Palexpo di Ginevra serve naturalmente munirsi di biglietto, acquistabili sul sito ufficiale della manifestazione: l’intero costa 16 franchi svizzeri, il ridotto per bambini dai 6 ai 16 anni viene 9 franchi, mentre per i gruppi oltre 20 persone il costo è di 11 franchi.

Chi c’è e chi non c’è

Veniamo ora ai contenuti. Il 3 marzo sarà assegnato il premio di Auto dell’Anno 2020. Mentre già si sa che case automobilistiche del calibro di Citroen, Peugeot, Volvo, Lamborghini, Land Rover e Ford hanno annunciato la loro assenza. Tuttavia c’è grande attesa per ciò che potremmo vedere. Dalle versioni ibride di Fiat Panda e 500 al possibile terzo sport utility made in Alfa Romeo, passando per il restyling della Honda Civic Type-R e per la Renault Clio E-Tech. Di sicuro vedremo anche la nuova Volkswagen Golf GTI.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: