Rapallo

Giovani attori e registi tra i banchi di scuola: in via Frantini nasce il video “Out of Covid”

Il filmato educativo è nato nell’ambito delle ore scolastiche di educazione civica

Giovani attori e registi tra i banchi di scuola: in via Frantini nasce il video “Out of Covid”
Rapallo - Santa Margherita, 25 Ottobre 2020 ore 12:45

Si intitola “Out of Covid” il video formativo pensato, ideato e realizzato dagli alunni dell’I.C. Rapallo per spiegare quello che si può e non si può fare a scuola.

Giovani attori e registi tra i banchi di scuola: in via Frantini nasce il video “Out of Covid”

E così, i giovani studenti-attori si immortalano in cortile ad aspettare distanziati il suono della campanella, nell’atrio a farsi misurare la febbre, a sanificare scrupolosamente le mani, nell’aula a un metro dai compagni, indossando la mascherina ogni volta che ci si alza. La scuola ai tempi del Coronavirus ha regole ferree, alcune possono sembrare persino divertenti, altre più difficili da seguire perché sono il contrario di ciò che tra bambini e ragazzi viene spontaneo: non è più possibile, ad esempio, scambiarsi penne e quaderni, leggere dallo stesso libro, condividere la merenda, salutarsi con un abbraccio. «Tu non puoi entrare, non accettiamo virus malefici e il tuo outfit è pericoloso» dicono i ragazzi in occhiali scuri e posa da bodyguard sulla porta di ingresso. «Mi sono dimenticata la mascherina, come faccio?», chiede preoccupata una ragazzina e quando la compagna risponde «E che problema c’è? Ti do la mia», ma è lì che tutta la classe si paralizza attonita imitando l’urlo di Munch. «Che caldo! Apro?» chiede un ragazzo, la mano sulla maniglia della finestra provocando il frenetico incappucciarsi delle compagne freddolose (il ricordo della necessità di arieggiare spesso l’aula alla fine le convincerà). Due bambini si incrociano in corridoio e stanno per darsi il cinque, ma poi si bloccano guardandosi confusi: la scena successiva è una rassegna di nuovi gesti, alcuni ispirati dai balletti di Tik Tok, per salutarsi “a distanza”.

Il video, pubblicato sul canale youtube dell’Istituto (youtu.be/0FzJDXC9JXM) rientra nell’ambito delle attività di educazione civica, quest’anno ritornata materia di insegnamento alle scuole medie. «Sono rimasto molto colpito dal modo in cui gli alunni hanno compreso e accettato le rigorose regole – dice il preside Giacomo Daneri – Questo video, fatto dai ragazzi per i ragazzi, non invita soltanto a seguire le regole, ma anche a usare la creatività per immaginare soluzioni. Condividere con loro le difficoltà e cercare insieme soluzioni costruisce un sentire comune ed è più efficace che limitarsi a individuare regole e ad applicare protocolli. Dà sicurezza a bambini e ragazzi, che da mesi assistono con apprensione alla paura del mondo adulto, e li spinge ad essere responsabili anche fuori dalla scuola».

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità