Scuola
Chiavari

«La scuola non è affatto finita, anzi noi stiamo lavorando ancora più di prima»

La testimonianza della dirigente del Marconi-Delpino

«La scuola non è affatto finita, anzi noi stiamo lavorando ancora più di prima»
Scuola Chiavari - Lavagna, 28 Marzo 2020 ore 10:18

L’anno scolastico si concluderà regolarmente, grazie all’enorme impegno dei docenti e degli studenti. Al liceo Marconi-Delpino le ultime settimane sono state rivoluzionate per portare avanti il programma, come racconta la vicepreside del liceo, la docente di lettere Stefania Bottini.

«La scuola non è affatto finita, anzi noi stiamo lavorando ancora più di prima»

"La scuola non è assolutamente finita e sta andando avanti da tre settimane – ha detto -. Appena ci siamo resi conto della gravità della situazione, tutti i docenti hanno lavorato per ripartire il prima possibile, tramite video tutorial ed una collaborazione tra insegnanti massima".

L’orario è in formato ridotto, ma spiegazioni, approfondimenti, interrogazioni e verifiche proseguono:

"Non solo lezioni ma anche proposte di letture di libri e romanzi e l’immancabile interazione con i ragazzi. Personalmente alle videolezioni ho alternato l’ascolto, grazie a un programma di letteratura su Radio 3 con il racconto di libri a puntate. Di questi tempi è anche difficile reperire testi e l’ascolto si è rivelato un’esperienza diversa e positiva".

Obiettivo, mantenere il contatto con la quotidianità scolastica come se si vivesse nella normalità:

"I miei colleghi hanno lavorato anche il doppio per la modalità delle lezioni web e per rinnovare l’offerta didattica della scuola".

Anche i collegi docenti, i consigli di istituto e i consigli di classe si stanno tenendo via web:

"Tutte le riunioni saranno in streaming perché dobbiamo fare un continuo punto della situazione. Le famiglie sono impressionate dalla rapidità della risposta della scuola all’emergenza".

Momento particolare anche per chi affronterà l’esame di maturità:

"Siamo convinti che tutti gli studenti nell’anno finale del proprio ciclo scolastico saranno tenuti in grande considerazione dal Ministero – ha detto il dirigente scolastico Paola Salmoiraghi -. L’essenziale sta tornando magicamente visibile. E’ una scuola con tanta sostanza, volontà e voglia di andare avanti. Sono molto orgogliosa del lavoro di tutto il gruppo di docenti".