Sport
us sestri levante 1919

Addio ad Antonio "Ninni" Muzio, storico presidente del Sestri

Ingegnere, fu patron del club rossoblu dal 1987 al 1998

Addio ad Antonio "Ninni" Muzio, storico presidente del Sestri
Sport Sestri - Val Petronio, 13 Luglio 2022 ore 09:25

È mancato l’ex presidente del Sestri Levante, Antonio “Ninni” Muzio. Aveva 77 anni. Ingegnere, fu patron del club rossoblu dal 1987 al 1998, esclusa la parentesi tra il 1993 e il 1995 quando lasciò, pur rimanendo nel direttivo della società, la carica di presidente a Giorgio Mazzini. Muzio si avvicinò al Sestri Levante grazie al figlio Andrea, futuro difensore corsaro, nel 1986 quandò sponsorizzò il settore giovanile con il marchio Muzio Gasenergia. Attaccato ai colori rossoblu avendo militato come calciatore del Sestri Levante negli anni ’60.

Durante la sua presidenza, Muzio si dedicò con tutto il cuore e con grande passione alla società. Ricostruì a livello tecnico e dirigenziale la scuola calcio, dando un’impostazione anche educativa alla formazione delle nuove leve e per la prima volta alcune squadre giovanili parteciparono a tornei esteri con ottimi risultati. Leggenda vuole che conoscesse i nomi di ogni singolo bambino iscritto alla scuola calcio del Sestri Levante. L’avventura alla guida dell’Unione iniziò male per l’ingegnere sestrino perché al termine della stagione 1988-89 la squadra retrocesse per la prima e unica volta in Prima Categoria, il punto più basso della storia corsara. Muzio non si perdette d’animo e nell’arco di due anni portò il Sestri Levante dalla Prima Categoria alla neonata Eccellenza dove i rossoblu rimasero per quasi tutti gli anni ’90.

Domenica 9 novembre 1997, un incidente sulla A10, all’imbocco della galleria Aprosio, fra Vallecrosia e Ventimiglia. Il pullman del Sestri Levante, diretto al “Morel” di Ventimiglia per l’incontro valido per l’undicesima giornata del campionato di Eccellenza, si piegò su un fianco percorrendo quasi cento metri w strisciando contro la parete del tunnel. Il bilancio fu di sette calciatori e due dirigenti feriti. Il più grave fu Adolfo “Dolfo” Bernardello, che riportò fratture ed escoriazioni mentre il portiere Franco Lautanio e il centrocampista Claudio Paglia subirono qualche ferita: tutti e tre furono portati all’ospedale di Imperia. A bordo del pullman venti persone: sedici giocatori, l’allenatore Alberto Marini, il massaggiatore, un dirigente e l’autista. Altri quattro dirigenti seguirono il pullman su due automobili. Rimasero coinvolti anche loro nell’incidente, ma senza conseguenze. L’episodio segnò molto Muzio che, alla fine del campionato, lasciò la società nelle mani di Sergio Gaburri. Muzio tornò brevemente in società nel 2011 quando assunse la carica di direttore generale durante la presidenza di Mario Arioni.

La moglie Luisa, i figli Laura con Dino, Andrea con Stefania, gli amatissimi nipotini Nicolò, Alessandro, Matilde e Mattia, il fratello, la sorella, i cognati con i loro familiari, i consuoceri ed i parenti tutti lo ricordano a quanti Gli hanno voluto bene ed apprezzato la profonda umanità.

La cara Salma proveniente dall’Ospedale di Lavagna, giungerà in Sestri Levante nella Chiesa Parrocchiale di Sant’Antonio, giovedì 14 luglio alle ore 11,00 dove si svolgeranno i funerali.

Il Santo Rosario di suffragio sarà pregato nella suddetta Chiesa Parrocchiale, mercoledì 13 luglio alle ore 19,10

La tumulazione avverrà nella tomba di famiglia nel cimitero urbano di Sestri Levante.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter