Lavagnese

Boris Stagnaro responsabile del settore giovanile

L’ex Rivasamba prende il posto di Simone Basso che approda al Genoa come talent scout

Boris Stagnaro responsabile del settore giovanile
Chiavari - Lavagna, 25 Settembre 2020 ore 15:54

Boris Stagnaro è il nuovo responsabile del settore giovanile della Lavagnese. La società bianconera si arricchisce di una nuova figura, professionale, competente e di lunga esperienza. Nel suo percorso calcistico c’è tutto: calciatore, allenatore di squadre giovanili, Eccellenza, Serie D, e molti anni come responsabile del settore giovanile.

“In un’ottica di continuità al lavoro fin qui svolto da Simone Basso, Stagnaro lavorerà fianco a fianco con Marco Dasso ed Ernesto Damiano che continueranno a seguire la scuola calcio, curandone gli aspetti educativi e tecnici in modo tale da fornire ai ragazzi quella base necessaria che verrà poi sviluppata nelle categorie del settore giovanile, coordinate dallo stesso Stagnaro – fa sapere la Lavagnese – salutiamo Basso che ringraziamo per tutti questi anni trascorsi insieme, come giocatore e come responsabile del settore giovanile. Entrerà a far parte dello staff dirigenziale del Genoa accanto al direttore sportivo Daniele Faggiano. Il giusto premio per un ragazzo che ha fatto del calcio, da sempre, la sua ragione e il suo stile di vita”.

Lo scorso 6 settembre, intanto, prima sgambata ufficiale per i ragazzi allenati da Gianni Nucera sul terreno di gioco dell’Italo Ferrando di Genova Campi contro la Genova Calcio di Beppe Maisano. I bianconeri sono scesi in campo nella prima frazione con Boschini tra i pali, Oneto, Queirolo, Rossini e Orlando sulla linea difensiva, Bagnato a sorreggere Basso e Alluci con Perasso e Rovido ad affiancare la prima punta Tripoli. Nella seconda frazione Ruggero in porta, Oneto, Bacigalupo, Di Lisi e Di Vittorio a comporre la linea difensiva, Bagnato alle spalle di Basso e Alluci e davanti Bei e Rovido a sostenere Tripoli. Poi consueta girandola di cambi con Tripoli, Rovido e Alluci che lasciano il posto a Panarello, Lauro e Picasso. Nel finale a decidere la gara proprio una rete del 17enne Pietro Panarello. Non hanno partecipato alla gara per motivi fisici e dinamiche varie Avellino, Buongiorno, Cantatore, D’Orsi, Profumo, Scorza, Romanengo e Bonaventura. Nei prossimi giorni sono previste altre sgambate in previsione del primo impegno stagionale di Coppa Italia di Serie D del 20 settembre.