Sport
Sport

Ciclismo, il Tigullio torna tra i professionisti con Marco Murgano

Confermato dal Team Corratec che quest'anno, dopo una stagione tra le Continental, esordisce tra le Professional partecipando così alle più importanti gare per professionisti del calendario nazionale e internazionale

Ciclismo, il Tigullio torna tra i professionisti con Marco Murgano
Sport Chiavari - Lavagna, 13 Novembre 2022 ore 15:17

Il Tigullio torna tra i professionisti con Marco Murgano confermato dal Team Corratec che quest'anno, dopo una stagione tra le Continental, esordisce tra le Professional partecipando così alle più importanti gare per professionisti del calendario nazionale e internazionale.

2022, una stagione non facile

Per Murgano il 2022 non è stata una stagione facile, diversi infortuni e solo un secondo posto in Svizzera al Gran Premio de la Pedale Romande, ma ottime prestazioni in corse difficili quali il Gran Premio de Fourmies in Francia e la Coppa Agostoni. Serge Parsani alla guida del team di Montecatini ha avuto fiducia in lui, l'atleta è motivato, pertanto si è guadagnato a pieno titolo un contratto per i prossimi due anni.

L'esordio nelle categorie minori con la Giesse Levante di Chiavari, il passaggio alla Casano di Sarzana e infine l'approdo negli Under 23 con la Viris Maserati, il team che aveva lanciato Raggio. In seguito con la Maltinti per poi passare alla Casillo, prima di vestire la maglia della Corratec.

Il Tigullio, dopo Luca Raggio che ha lasciato l'attività agonistica nel 2020 ed oggi si dedica ad allenare i giovanissimi, torna così tra i professionisti e consolida una lunga tradizione di terra prolifica per i ciclisti. Obiettivo, cominciare il 2023 al meglio partecipando alle corse a tappe in Sud America quali la Vuelta al Tachira in Venezuela e la Vuelta a San Juan in Argentina.

Ma l'appuntamento più atteso sulle strade di casa, in Liguria, il 1 marzo al Trofeo Laigueglia dove ha già ottenuto un buon 54° posto. Per il ciclismo ligure che quest'anno ha visto due gravi lutti quali la scomparsa di Mino De Rossi, a gennaio e Luigi Zaimbro, a luglio, finalmente una bella notizia.

Seguici sui nostri canali