Sport
calcio

Dall'Entella alla Sampdoria, passando per Empoli e Sassuolo: la favola di Ciccio Caputo

"La Samp è un altro traguardo della mia carriera - afferma l'attaccante - e voglio dare anche qui il mio contributo"

Dall'Entella alla Sampdoria, passando per Empoli e Sassuolo: la favola di Ciccio Caputo
Sport Chiavari - Lavagna, 04 Settembre 2021 ore 07:27

Il neoattaccante della Sampdoria Francesco Caputo torna nella terra che lo ha visto nascere sportivamente nella Virtus Entella e alla quale è rimasto fortemente legato. "Arrivo con lo spirito a mille - dichiara Caputo - e grande entusiasmo. La Samp ha tifosi fantastici, è un club storico: non vedo l'ora di scendere in campo e di dare tutto per questa maglia".

"Orgoglioso di quello che ho fatto"

"Ho avuto una carriera in salita - dichiara - ma sono orgoglioso di quello che ho fatto così come ora lo sono di essere in squadra come questa. Ho iniziato dai campi in terra battuta fino ad arrivare alla Nazionale. La Samp è un altro traguardo della mia carriera e voglio dare anche qui il mio contributo".

Maglia numero 10

Caputo commenta così la scelta della maglia numero 10: "Ho scelto il numero 10, perché questo è stato il decimo anno di matrimonio con mia moglie - spiega -. Questa nuova avventura la prendo per la nostra unione e cercherò di onorarla al massimo". Un riferimento anche al nuovo compagna di squadra, Fabio Quagliarella, un vero e proprio veterano per la Samp e per il calcio italiano, tanto che il presidente Ferrero ne ha proposto la convocazione in Nazionale: "È' un attaccante forte, un mio punto di riferimento - spiega Caputo - Anche se arrivo da esperto continua ad essere un punto di riferimento. Da lui si può solo che imparare".