Sport
regione liguria

Fontanabuona, in arrivo il Giro d'Italia le iniziative per la giornata "rosa"

Tutte le iniziative organizzate dai Comuni della valle per accogliere la corsa rosa

Fontanabuona, in arrivo il Giro d'Italia le iniziative per la giornata "rosa"
Sport Valli ed entroterra, 13 Maggio 2022 ore 16:04

La tappa del Giro d’Italia del 19 maggio, che parte da Parma, si concluderà a Genova con l’arrivo a Piazza De Ferrari. Nel mezzo, la carovana transiterà attraverso la Val Fontanabuona percorrendo la Strada Statale 225.

“Il Giro d’Italia è una vetrina importante per tutti i territori attraversati dalla corsa considerando che sarà seguita da 800 milioni di telespettatori nel mondo e da 12 milioni di persone lungo le strade – dichiara l’assessore regionale al Turismo e Grandi Eventi -. La tappa del 19 maggio percorre la Statale 225: arteria principale della Val Fontanabuona che collega tanti bellissimi paesi ricchi di storia, cultura nonché ideali per chi desidera trascorrere le vacanze in luoghi tranquilli e immersi nella natura. Sono felice che le amministrazioni comunali abbiano colto l’occasione per promuovere al meglio il loro territorio e il loro ‘mare verde’ grazie alla cassa di risonanza di un evento internazionale come il Giro proponendo così tante iniziative collaterali. Sono certo che quest’estate molti turisti, oltre ad andare nelle nostre meravigliose spiagge, sceglieranno l’entroterra della Liguria e la Val Fontanabuona in particolare che offre numerose opzioni per chi ama lo sport e l’outdoor”.

“Lo sport infiamma i cuori, il ciclismo poi è una disciplina che gli italiani amano incondizionatamente da ormai 110 anni, ossia da quando è diventato un’attività professionistica – afferma l’assessore regionale allo Sport -. Il Giro nell’immaginario collettivo rappresenta un evento epico dove le volate si alternano alle salite e i duelli non mancano mai. Oggi la Val Fontanabuona, una terra percorsa da sempre dalle due ruote, avrà l’occasione di accogliere nel migliore dei modi i campioni del Giro, piena di orgoglio nel vedere percorrere i suoi territori dai grandi talenti del ciclismo internazionale. Una dimostrazione in più per sottolineare come lo sport possa costituire un vero e proprio volano per il turismo, per la promozione del territorio e per l’economia. Benvenuto al Giro d’Italia dalla Val Fontanabuona!”.

Le iniziative

Scendendo nel dettaglio, a Moconesi verrà allestito un maxischermo in piazza per seguire le fasi salienti della corsa, verranno distribuite girandole rosa per tutti i bambini, verrà indetto un concorso per premiare i balconi e le vetrine più belle e la giornata sarà animata con il dj set di Francesco Fontes.

A Cicagna per una settimana la torre sede del Municipio sarà illuminata di rosa, tutti i terrazzi del paese saranno abbelliti e le scuole di Cicagna e Monleone verranno coinvolte in attività collaterali al Giro d’Italia.
Anche le scuole del plesso scolastico di Carasco saranno coinvolte in attività legate al ciclismo e al Giro. Inoltre il gagliardetto del Comune sarà donato alla carovana pubblicitaria che anticipa i corridori e a cui verrà offerta anche la focaccia.
A San Colombano Certenoli, lungo il tratto di 225 di competenza, saranno presenti alcuni striscioni promozionali del Comune.
A Lumarzo, infine, verrà ricordato Gino Bartali la cui caduta a Boasi nel Giro del 1940 permise la vittoria di Fausto Coppi, e contestualmente avrà luogo un evento con protagonista Frank Sinatra la cui madre era nativa della frazione Rossi.

“Il passaggio del Giro in Val Fontanabuona è una grande opportunità turistica e culturale per tutto il territorio – affermano all’unisono i sindaci intervenuti – per questo motivo ogni amministrazione comunale interessata si è adoperata al massimo per fare in modo che questo evento rappresenti un momento di festa per tutti”.

“Sono molto contento che il Giro d’Italia passi nella Val Fontanabuona anche per una forma di valorizzazione e conoscenza diffusa delle nostre realtà rurali – dichiara Paolo Corsiglia, membro di Giunta della Camera di Commercio di Genova -. Nel contempo, anche gli abitanti della zona potranno seguire di persona il Giro d’Italia e questa sarà un’occasione unica e storica. L’impegno della Regione per la realizzazione e la gestione di questo evento è stato come sempre molto forte e sentito”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter