Menu
Cerca
Calcio

Gianni Nucera: “Quel punto di vantaggio per noi è sacro”

L’allenatore della Lavagnese: "È stato un campionato faticoso ma grazie allo spirito di gruppo ne siamo usciti con pieno merito"

Gianni Nucera: “Quel punto di vantaggio per noi è sacro”
Sport Chiavari - Lavagna, 02 Giugno 2020 ore 12:19

Per Gianni Nucera, allenatore della Lavagnese in Serie D, la stagione era già finita da tempo.

“Ho aspettato il 3 maggio, giorno dell’ultima giornata, per mandare un messaggio nella chat WhatsApp della squadra e ringraziare tutti per il campionato disputato”.

Calcio

Per i bianconeri, terminato il 23 febbraio con il successo casalingo contro il Fossano nella venticinquesima delle trentaquattro giornate previste.

“È stato un campionato faticoso, siamo partiti male e abbiamo proseguito cosi per i primi tre mesi e mezzo ma – ricorda Nucera – grazie allo spirito di gruppo siamo rimasti uniti e ne siamo usciti. Grazie anche ai ragazzi nuovi arrivati a dicembre, che hanno dato un grande contributo, ma soprattutto a coloro che c’erano dall’inizio e hanno sofferto uniti portando quel qualcosa in più”.

Dopo un inizio al rallentatore, la Lavagnese dall’ultima giornata del 2019 (complice, come detto, l’arrivo di giocatori importanti come il portiere Scatolini dal Casale, il difensore Rossini dal Savona, il centrocampista Cantatore dalla Fezzanese, l’attaccante Tripoli dal Savona) ha iniziato a racimolare punti e scalare posizioni.

Il lockdown è arrivato nel momento migliore dei ragazzi di Gianni Nucera, che viaggiavano al ritmo delle “grandi” del girone A fino a conquistare la virtuale ma meritata salvezza grazie alle vittorie contro Borgosesia (2-1 in trasferta), Ghivizzano Borgoamozzano (3-1 in trasferta), casale (1-0 al Riboli di Lavagna) e, appunto, 2-0 al Fossano, oltre ai pareggi contro la quotata Sanremese (0-0), nel derby contro il Ligorna (1-1), contro il fortissimo Prato (0-0) e ancora in un derby ligure contro il Savona (0-0).

“Abbiamo un punto di vantaggio sulla sestultima, sentiamo nostra questa salvezza – afferma, senza mezzi termini, Gianni Nucera al suo primo anno da capo allenatore della Lavagnese, dopo essere stato vice – per noi, questo è “sacro” e lo ho detto anche ai ragazzi, che lo meritano per il lavoro fatto. Tutti sappiamo che non torneremo a giocare fino, almeno, al prossimo settembre”.

Titoli di coda, quindi, al campionato 2019/2020:

“In attesa che vengano ratificate le decisioni definitive – conclude Nucera – sono convinto che la promozione della Lucchese sia giusta perchè ha già tutto per partecipare alla Lega Pro, anche se nel girone A che abbiamo affrontato c’erano anche altre squadre forti e meritevoli come Prato, Casale e Caronnese”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli