Calcio

Giulio Ivaldi: “L’Eccellenza può ripartire Costi? Sin qui società hanno risparmiato”

Il presidente regionale porterà la posizione della Liguria al Consiglio Federale della Lega Dilettanti

Giulio Ivaldi: “L’Eccellenza può ripartire Costi? Sin qui società hanno risparmiato”
Sport Chiavari - Lavagna, 06 Febbraio 2021 ore 08:02

“Liguria favorevole alla ripartenza dell’Eccellenza”. Questa la posizione del comitato regionale della Federcalcio, parola del presidente Giulio Ivaldi.

Sport

“Credo sia giusto auspicare la ripartenza del campionato di Eccellenza, con dei protocolli simili a quelli della Serie D – dice Giulio Ivaldi, presidente della Figc Liguria, appena rieletto – tornare a giocare credo sia nell’interesse di tutti, anche per poter dare un segnale”.

Le società contrarie alla ripresa, oltre alla situazione sanitaria, pongono il tema economico al centro della loro posizione: «Con i campionati fermi reputo che molte società abbiano avuto modo di  razionalizzare le proprie risorse. Ci siamo informati anche sulle possibili spese relative ai tamponi, che per un club, in quattro mesi, potrebbero aggirarsi attorno ai 3000 euro. Non sono bruscolini, ma sappiamo anche che gli organi federali si stanno muovendo per sostenere eventualmente i club».

C’è voglia di ripartire. Ma le difficoltà sono tante. Il tema delle retrocessioni è molto sentito. Perchè nessuno vuole giocare una stagione ridotta, fra incertezze ecomomiche e sanitarie, e rischiare pure di perdere la categoria.

“Il tema retrocessioni è molto dibattuto – prosegue Ivaldi – è un aspetto da valutare con attenzione. Da una parte vi sono le preoccupazioni delle società dopo così tanti mesi di stop, dall’altra la necessità di preservare l’aspetto sportivo. Abbiamo una nostra proposta per il format che presenteremo venerdì in Consiglio. Per l’Eccellenza si sta lavorando per dare al torneo rilevanza nazionale, essendo interconnessa alla Serie D, l’auspicio per gli altri tornei è che la situazione pandemica possa migliorare, fino ad arrivare il via libera dagli organi competenti”.

Un’altra possibilità ma che, allo stesso tempo, per alcune società è un rischio, è lo slittamento di ancora qualche mese con la stagione che si svilupperebbe in piena estate:

“Ma in Liguria – ammette anche Ivaldi – potrebbe creare alcuni problemi per via dei tanti lavoratori stagionali”.

Un altro aspetto è quello relativo ai giocatori. Varie società di Eccellenza hanno permesso ai proprio giocatori più rappresentativi di trasferirsi in società di Serie D per poter giocare, quindi hanno ristretto la rosa e non sarà semplice individuare giocatori all’altezza per ripartire con la stagione e mantenere i rispettivi obiettivi.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli