Il sestrese Andrea Lavaggi bronzo ai mondiali di grappling

Un risultato importantissimo per il lottatore, molto attivo anche come allenatore delle nuove leve nel Tigullio: «In questa gara il più bel match della mia carriera»

Il sestrese Andrea Lavaggi bronzo ai mondiali di grappling
08 Novembre 2017 ore 11:27

Ad Andrea Lavaggi di Sestri Levante, il bronzo ai Mondiali di grappling NoGi 2017 di Baku in Azerbaijan.

Bronzo per Lavaggi, «40 anni e non sentirli»

Un grande risultato per l’atleta sestrese Andrea Lavaggi che il venti ottobre scorso ha ottenuto il bronzo ai mondiali di grappling NoGi 2017 di Baku in Azerbaijan nella categoria 77 kg senior.
Lavaggi è arrivato al confronto mondiale dopo la recente vittoria dei campionati italiane e trials, guadagnandosi la convocazione in nazionale come capitano della squadra. E dopo un’intensa gara nella categoria più numerosa del mondiale, si è piazzato terzo tra i venti atleti più forti al mondo.
«Per me è un risultato importantissimo – spiega Lavaggi – In questa gara ho forse lottato il più bel match della mia carriera. Come dire, quarant’anni e non sentirli».

Il grappling è una forma di lotta multidisciplinare – coniuga infatti tecniche derivanti da svariate discipline marziali – che si basa sulle prese corpo a corpo, con l’obiettivo di incapacitare l’avversario bloccandolo a terra con una presa di sottomissione.

Lavaggi, oltre ad essere un atleta di profilo mondiale, è anche un allenatore molto attivo nel Tigullio e a Genova, dove anima la squadra Luta Livre Italia, della quale è fondatore, e guida l’accademie La Superba di Sestri Levante e Genova.
Il mondiale per Lavaggi rappresenta l’apice della carriera ed il punto di svolta per passare ad eventi submission only, dedicandosi maggiormente alla guida dei giovani atleti. «Si tratta di un risultato che da solo non avrei mai raggiunto. Prima di tutto vorrei ringraziare la mia famiglia e la mia ragazza Cecilia che mi ha supportato e sopportato per tutta la preparazione. Un grazie va anche al coach Claudio Bafico ed il mio mentore e sparring di Lotta Libera, Thomas Coppola, nonché tutti i ragazzi della Luta Livre Italia, de La Superba di Sestri Levante e Genova e della Chiavari Ring Lotta che mi hanno permesso di allenarmi e crescere».

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità