Calcio

Juve Stabia – Entella, Coppolaro in ospedale dopo rissa, i biancocelesti pronti a sporgere denuncia

Si è parlato persino di stato di fermo in caserma per alcuni giocatori e tecnici della Juve Stabia, ma la società campana ha smentito

Juve Stabia – Entella, Coppolaro in ospedale dopo rissa, i biancocelesti pronti a sporgere denuncia
Chiavari - Lavagna, 11 Luglio 2020 ore 10:00

Le tensioni al termine del match di ieri sera fra Juve Stabia ed Entella conclusosi con un pareggio, dopo l’espulsione di Coppolaro e Canotto, sono sfociate in un diverbio ed una colluttazione, ed ora c’è aria di denuncia.

Juve Stabia – Entella, Coppolaro finisce in ospedale dopo rissa, i biancocelesti pronti a sporgere denuncia

Secondo le prime informazioni apparse sulla stampa sportiva, il biancoceleste Coppolaro è stato condotto in ospedale per accertamenti dopo il diverbio con, fra l’altro, alcuni tecnici della squadra campana. Si è anche sostenuto che, addirittura, tre persone della Juve Stabia siano state sottoposte a fermo in caserma, fatto che tuttavia la società campana ha smentito categoricamente in tarda serata di ieri: “In merito a quanto avvenuto in occasione della gara Juve Stabia-Entella negli istanti successivi al momento dell’espulsione dei calciatori Canotto e Coppolaro – hanno scritto in un comunicato – la S.S. Juve Stabia tiene a precisare che il calciatore Luigi Canotto – a differenza di quanto apparso su alcune testate on line – non è assolutamente stato trasportato in caserma e sottoposto a stato di fermo. Canotto è rientrato negli spogliatoi ed al termine del match ha anche avuto un sereno confronto con il direttore di gara. Allo stesso modo la S.S. Juve Stabia smentisce in modo categorico che un suo dirigente sia stato sottoposto a stato di fermo o identificato dalle forze dell’ordine. Spiace dover leggere fantasiose ricostruzioni che la società si vede costretta a smentire con forza”.

La società chiavarese, ad ogni modo, continuerebbe ad essere intenzionata a sporgere denuncia.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità