La Pro Recco Rugby si è presentata alla città

Al centro i più giovani, il loro impegno e quello societario per offrir loro la possibilità di esprimersi sportivamente

La Pro Recco Rugby si è presentata alla città
11 Ottobre 2017 ore 16:39

Rugby, giovani e scuole: la presentazione della Pro Recco Rugby 2017/2018 (foto in evidenza di Luigi Galli).

Pro Recco Rugby verso il cinquantenario, la presentazione della società sabato scorso

Una bella giornata autunnale ha fatto da cornice sabato scorso alla presentazione ufficiale della Pro Recco Rugby 2017/2018, un momento di colore e allegria ma anche di temi importanti e, naturalmente, di incontro tra la Società, le Istituzioni, gli sponsor e la cittadinanza.

Sul palco, il Presidente biancoceleste Roberto Libé, il Presidente Onorario e main sponsor Maurizio Tossini, il Presidente del Comitato Regionale FIR Oscar Tabor, Il Sindaco di Recco Dario Capurro, l’Assessore allo Sport e Vicesindaco Gianluca Buccilli, il delegato CONI Liguria Pino Raiola e il Dott. Di Vecchio di Sport Bite Balance, nuovo sponsor Pro Recco Rugby che, prima dell’evento in piazza, aveva incontrato al campo i giocatori della Prima Squadra. A fare da padrone di casa, Andrea Carretti, speaker ufficiale del Genoa e attore.

Di fronte al palco, gli Squali della Prima Squadra, gli staff tecnici e operativi ed una colorata, vivace e folta rappresentanza di tutte le compagini, dai piccoli U6 agli old, insieme a famiglie, amici e tifosi. Le squadre sono state tutte presentate e chiamate per farsi vedere, fotografare e ricevere gli applausi del pubblico presente.

Tema della presentazione il lavoro per i più giovani

Il tema dominante della presentazione è stato, accanto al riconoscimento dei progressi e dei risultati, sia in termini sportivi che organizzativi, sia della Prima Squadra che di tutta la Società negli anni, l’importanza del lavoro portato avanti dal punto di vista del rugby e dello sport per i più giovani, sia come settore giovanile che con il progetto “A Scuola di Rugby”, giunto al secondo anno e con numeri già rilevanti in termini di coinvolgimento di istituti scolastici, alunni e territorio. Sostenuta da Basko Supermercati, anche riconfermato main sponsor di tutto il settore giovanile, questa iniziativa promuove l’incontro dei ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori con la pratica sportiva attraverso il rugby: seguiti dagli Squali della Prima Squadra, gli alunni degli istituti coinvolti possono provare la palla ovale e, più in generale, entrare in contatto con lo sport e i suoi valori.

La valenza educativa dello sport è stata anche il centro di tutti i discorsi degli ospiti presenti, tra cui quello del Presidente Libé che, ricollegandosi all’avvicinarsi del 50° anniversario di fondazione della Pro Recco Rugby (1968-2018) ed essendo lui anche uno dei fondatori, ha ricordato quanto lo sport sia importante come strumento educativo per i giovani e per cercare di tenerli lontani dalle cattive strade, incanalando le loro energie e il loro tempo in modo positivo e sano. Il ’68 era un periodo di grande fermento, di lotta, di tensioni e, per il gruppo di giovani che si ritrovava per giocare a rugby e che ha fondato la Società, la palla ovale, l’amicizia e la passione per lo sport erano valvola di sfogo e momenti di distrazione e divertimento dal complicato contesto sociale di quella fase storica.

Le iniziative per celebrare la 50esima stagione agonistica

Tra le iniziative pensate per celebrare la 50esima stagione agonistica, che porterà la società fino al “compleanno” vero e proprio (estate 2018), è stato ricordato il “Pro Recco Network”, insieme alla campagna abbonamenti alla stagione 2017/2018. Sono stati pensati sia una Tessera Sostenitore, che garantisce importanti scontistiche presso diversi nostri partner (a Recco ma anche a Genova) e due diverse formule di abbonamento per gli ingressi alle partite casalinghe di serie A, il tutto dominato dal logo ad hoc “Pro Recco Rugby 50”. Sempre in chiave biglietteria, sono state introdotte le novità del biglietto scontato per tutte le signore e la possibilità di acquistare i ticket anche online (senza nessun sovrapprezzo) tramite la partnership con Diyticket.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità