Lavagnese, domani al Riboli arriva lo Scandicci

I volontari dell’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma Onlus saranno presenti con uno stand natalizio

Lavagnese, domani al Riboli arriva lo Scandicci
09 Dicembre 2017 ore 13:18

La Lavagnese non sa più vincere. I bianconeri, in meno di due mesi, sono scivolati dai primi posti all’anonimato della metà classifica. Per gli uomini di Gabriele Venuti solo 13 punti nelle ultime 10 partite. La Lavagnese non vince addirittura dal 22 ottobre scorso. Domani, domenica 10 dicembre, a Lavagna arriva il pericolante Scandicci, ottima occasione, dunque, per tornare alla vittoria. Sempre domani i volontari dell’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma Onlus presenzieranno, con uno stand natalizio, al Riboli. Durante la partita i volontari saranno a disposizione del pubblico presente per presentare le attività dell’associazione e mostrare i doni solidali con cui si può contribuire alla lotta al neuroblastoma e ai tumori cerebrali dell’infanzia.

I volontari dell’Associazione Italiana per la lotta al Neuroblastoma Onlus saranno presenti con uno stand natalizio

Sul fronte mercato, dopo gli acquisti di Mattia Placido e Matteo Alluci, (il primo, difensore di 22 anni, ha giocato nel settore giovanile della Sampdoria e poi ha indossato la maglia di Pordenone, Pistoiese e Savona, il secondo, centrocampista di 19 anni che negli ultimi 3 anni ha giocato nel settore giovanile della Virtus Entella) sono arrivati alla corte di Venuti altri due giocatori: l’attaccante Diego Frugoli, 22 anni, cresciuto nel settore giovanile dell’Empoli, in carriera ha indossato anche le maglie di Pistoiese, Savona, Pisa, Montecatini, Varesina e Massese e l’esterno sinistro di difesa Andrea Bertora, 19 anni, scuola Sampdoria, ex Trino, Verbania e Unione Sanremo. In uscita il centrocampista Silvano Raggio Garibaldi e i difensori Federico Brusacà e Pietro Monteverde.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: