Lavagnese, tre cessioni e due acquisti

Arrivano a Lavagna il difensore Placido e il centrocampista

Lavagnese, tre cessioni e due acquisti
Sport 02 Dicembre 2017 ore 16:25

La Lavagnese vuole tornare alla vittoria. Ai bianconeri manca da oltre un mese, dal successo fuori casa contro il Finale per 1-0 dello scorso 22 ottobre. Dopo sono arrivati lo 0-0 con il Ponsacco, la sconfitta per 2-1 contro il Seravezza, un altro 0-0 contro l’Unione Sanremo, i ko contro il Ghivizzano per 1-0 e il Ligorna per 3-1 e lo 0-0 di domenica scorsa contro l’Albissola.

I bianconeri in trasferta contro il San Donato Tavarnelle

La squadra di Gabriele Venuti sarà impegnata in trasferta dopodomani, domenica 3 dicembre, contro il San Donato Tavarnelle. “Sarà una gara difficilissima – avverte il direttore sportivo della Lavagnese Simone Adani – la loro posizione in classifica non rispecchia il valore tecnico dei nostri prossimi avversari”.

Svincolati Raggio Garibaldi, Brusacà  e Monteverde

Intanto ieri ha riaperto il mercato di riparazione. Sul fronte delle cessioni, la società del presidente Stefano Compagnoni ha deciso di lasciare libero il centrocampista Silvano Raggio Garibaldi, giunto a Lavagna quest’estate. Il 28enne originario di Chiavari, dopo la trafila nel settore giovanile dell’Entella e del Genoa, ha vestito le casacche di Pisa, Sorrento, Gubbio, Virtus Entella e Mantova, prima di approdare alla Lavagnese dove, a dire la verità, non ha trovato molto spazio. Raggio Garibaldi, contattato dal Sestri Levante, è tornato al Mantova. Svincolato anche il 21enne difensore Federico Brusacà che, per una sua scelta di vita, ha deciso di trasferirsi in Australia dove proseguirà a giocare e a studiare. Verrà lasciato libero anche il giovane difensore Pietro Monteverde, 18 anni, in procinto di tornare al Rivasamba, in Promozione.

Arrivano a Lavagna il difensore Placido e il centrocampista Alluci

Per quanto riguarda gli acquisti, Mattia Placido e Matteo Alluci. Il primo, difensore di 22 anni, ha giocato nel settore giovanile della Sampdoria e poi ha indossato la maglia di Pordenone, Pistoiese e Savona; il secondo, centrocampista di 19 anni che negli ultimi tre anni ha giocato nel settore giovanile della Virtus Entella.

I sogni proibito si chiamano Andrea Mobilio, il 21enne ex calciatore del Sestri Levante attualmente in forza al Cuneo in Serie C, che difficilmente arriverà mentre si lavora per portare alla corte di Venuti e Loreto Lo Bosco, 28 anni, ex attaccante di Pro Vercelli, Acqui, Valle d’Aosta, Acireale, Asti e Argentina, attualmente in forza all’Unione Sanremo.